sangemini rsuSAN GEMINI I sindacati Fai Flai Uila Rsu di stabilimento Sangemini, Fruit e Amerino, sono state convocate mercoledì dall’azienda Sangemini S.p.a , rappresentata dai Sig.ri Ing. Guerra Dott. Gualdi e Dott.Pagliacci, presso la sede di Confindustria di Terni. L’Ing. Guerra ha comunicato che è stata concessa proroga di 60 giorni dal Tribunale di Terni, poiché il Gruppo Norda ha manifestato interesse a subentrare all’attuale Proprietà che gestisce il Gruppo Sangemini. I sindacati tengono a precisare che i Marchi Sangemini, Grazia, Fabia, Fruit e Amerino sono da sempre Leader per gli alti livelli di qualità, per la tutela di un bacino da sempre fiore all’occhiello del nostro  territorio, per non parlare poi dell’alta professionalità che da sempre vantano i dipendenti dei siti che in questo periodo di sofferenza hanno dimostrato e stanno dimostrando grande senso di responsabilità garantendo con il loro lavoro la continuità aziendale. Il potenziale di sviluppo di questi siti è grande e ad oggi è caratterizzato da tecnologie impiantistiche di alto livello e versatilità con particolare riferimento impianto asettico linea Fruit, la centralità di un territorio che può offrire un ottima base logistica per la distribuzione Nazionale, un Parco con immobili di pregio che con adeguati progetti possono rilanciare un termalismo che può essere un ulteriore volano economico e di sviluppo. Tutto questo potenziale non è stato mai messo a sistema per i noti problemi finanziari, non imputabili di certo ai dipendenti, ma a un ventennio di operazioni finanziarie e scelte aziendali sbagliate. I sindacati pertanto ribadiscono che è arrivata l’ora di avviare il confronto con chi ha manifestato interesse, che dovrà presentare al più presto un Piano Industriale. Inoltre auspichiamo che questo chiarimento avvenga in tempi rapidi e che vi sia un coinvolgimento attivo delle Istituzioni Comunali e Regionali visto che è aperto un tavolo di crisi e che le Concessioni  sono Regionali. Infine ribadiscono la necessità di confrontarsi su un piano di sviluppo credibile che dia prospettive future e che garantisca la salvaguardia dei livelli occupazionali, il mantenimento dell’integrità del sito produttivo, una politica di rilancio e valorizzazione dei marchi storici.

TerniMagazine

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.