alfa-romeo-giulia-gt50-concept16_bigDa sempre il marchio Alfa Romeo, ora parte del Gruppo Fiat-Chrysler, suscita l’entusiasmo degli appassionati e le fantasie dei designer, che spesso si cimentano in progetti che hanno per base vetture del Biscione.E’ questo il caso dei designer Claudio Piccioli e Michele Di Mauro del  “GetShaped Studio” che hanno immaginato e ridisegnato l’Alfa Romeo Giulia Sprint GT creata a suo tempo da Bertone. L’intento dei due creativi designer nostri connazionali non è soltanto quello di trasportare la figura della Giulia Sprint GT nel 21imo secolo ma anche di celebrare il cinquantesimo anniversario della vettura, da cui il “50” apposto al nome della concept car.

I due studi, uno per una versione GT ed uno per un’auto più sportiva (rispettivamente  la rossa e quella in bianco e nero), rimangono fedeli al progetto originale di Alfa Romeo Giulia, con i gruppi ottici ampi e circolari frontalmente e la tipica griglia frontale che ha caratterizzato lo storico modello. D’altra parte però, mezzo secolo di evoluzione automobilistica significa che alcuni cambiamenti ed innovazioni andavano apportati.

Il design dell’Alfa Romeo Giulia GT50 Concept è caratterizzato da spigoli vivi e prominenti sia nella parte anteriore che posteriore della vettura, mentre il look è molto pulito, salvo le prese d’aria collocate dietro i passaruota anteriori. Di Mauro e Piccioli hanno mantenuto le dimensioni dell’auto molto contenute, visto che il concept è lungo 4,05 metri, largo 1,88 e alto 1,19, con un passo di 2,42 metri. Sempre secondo i creatori del progetto, se mai questa vettura dovesse vedere la luce sarebbe spinta dal motore già esistente in casa Alfa Romeo, il 1750 TBi quattro cilindri da 235 CV.

InfoMotori

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.