PERUGIA – Alcune “significative criticità” nei cantieri di Ancarano e Campi di Norcia per la realizzazione delle Soluzioni abitative d’emergenza dopo il terremoto legate alla presenza di imprese non autorizzate, assenza di autorizzazioni al subappalto, mancata verifica dei requisiti generali sono stati rilevate dall’Autorità nazionale anticorruzione. Che ha ravvisato “evidenti carenze nei controlli”.
Su mandato del presidente dell’Anac Raffaele Cantone, il nucleo speciale anticorruzione della guardia di finanza ha eseguito accertamenti per verificare forniture, trasporti e montaggio della Sae. “La documentazione – si legge in una delibera dell’Autorità – conferma, pur comprendendo le difficoltà organizzative derivanti dall’urgenza nel provvedere in tempi ristretti alla costruzione di alloggi temporanei per le popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016, una evidente carenza nell’attività di controllo nei cantieri”.
Ansa

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.