carabinieriI Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Todi, nel giro di pochi giorni, denunciavano, in stato di libertà sei persone, che nei giorni scorsi si erano rese responsabili di furti di generi vari, asportati dall’interno di due supermercati, a Todi e Marsciano.

I militari, grazie all’attivazione del personale degli esercizi commerciali preposto alla vigilanza, avevano proceduto al controllo dei soggetti, subito dopo che costoro si erano impossessati degli oggetti esposti sui banchi di vendita.

In particolare, a Marsciano, un gruppo di cinque giovani (italiani e stranieri), residenti nel circondario, era entrato in un supermercato, asportando non generi di prima necessità, ma alcolici e dolciumi. Sorpresi dagli addetti alla vigilanza, avevano tentato di scappare, ma erano stati inseguiti e bloccati dai Carabinieri del Norm.

A Todi, invece, i Carabinieri avevano rintracciato, subito dopo essere uscita da un supermercato di Ponterio, una giovane che aveva “fatto la spesa”, senza però passare dalle casse. Infatti, credendo di eludere la sorveglianza interna, la donna aveva cercato di affrettare il passo, raggiungendo la propria autovettura nel tentativo di allontanarsi, ma veniva bloccata dal rapido intervento dei Carabinieri. Durante il successivo controllo del mezzo, veniva rinvenuta l’intera refurtiva, consistente in articolari vari per la casa. A suffragio della responsabilità della distinta signora, vi erano le immagini tratte dalle telecamere interne all’esercizio, che avevano permesso di notare la donna, mentre compiva il furto.

La refurtiva dei due furti veniva interamente recuperata e restituita agli aventi diritto, mentre i sei autori dei furti venivano denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Spoleto.

art su corrieredellumbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.