CONSIGLIO-COMUNALETERNI Il consiglio comunale ha approvato stasera il conto consuntivo del 2012 del Comune di Terni, così come proposto dalla giunta, con 22 voti a favore e 10 contrari. Tra gli interventi che si sono registrati nel dibattito di ieri e di oggi pomeriggio, quello di Enrico Melasecche (Udc) che ha preannunciato una richiesta per l’istituzione di una commissione d’inchiesta per approfondire aspetti che riterrebbe poco chiari del bilancio, “a cominciare dalla cessione di Colle dell’Oro, fino ai rapporti con l’Atc”. David Tallarico (PTca), commentando positivamente il raggiungimento del risultato del mantenimento del patto di stabilità, ha invitato la giunta a continuare nel “lavoro di pulizia e trasparenza, chiudendo definitivamente le partite aperte più complesse”. Riccardo Giubilei (Pd), a proposito delle alienazioni, ha detto che “se il Comune si considera come un attore del mercato, occorrerebbe  adottare criteri analoghi a quelli dei privati e – se qualcuno non rispetta gli accordi – occorrerebbe applicare delle penali”. Per Valdimiro Orsini (Pd), “il rendiconto evidenzia che gli obiettivi del bilancio di previsione sono stati raggiunti, in particolare quelli di garantire la stessa qualità dei servizi ai cittadini, specie verso le fasce più in difficoltà; il rispetto del patto di stabilità, la realizzazione di alcune opere pubbliche”. “Permane un quadro pesante per quel che riguarda i residui  – ha aggiunto Orsini – che obbliga ad un monitoraggio continuo: per questo vanno fatti uno sforzo straordinario per le riscossioni per introitare le somme dovute e una verifica da parte di tutte le direzioni”. Anche Giampiero Amici (Pd), dopo aver messo in risalto i risultati positivi ottenuti in un quadro particolarmente complesso e difficoltoso, ha proposto un gruppo di lavoro tra giunta e terza commissione “per verificare tutte le situazioni di criticità sui residui attivi e passivi”. Amici ha anche definito il conto consuntivo proposto come, il più trasparente possibile. Carlo Orsini (Gruppo Misto) ha rilevato come “negli ultimi anni non ci siano stati bilanci di previsione di respiro ampio, di progettualità: si è solo attuata una politica di gestione della cassa”. Per quel che riguarda il conto consuntivo ha detto che occorre distinguere gli aspetti formali da quelli sostanziali e da operazioni che “hanno un che di poco trasparente”, come quella della vendita di Colle dell’Oro. Per Giuseppe Boccolini (Psi) nulla osta a procedere nelle verifiche di alcune partite, come quelle dei residui attivi e passivi, quella delle alienazioni e dei rapporti con l’Atc, “alla luce del sole”. Per Boccolini è comunque positivo che siano stati rispettati gli impegni dell’amministrazione nel fare chiarezza, pur in una situazione sempre più complessa. Secondo Cinzia Fabrizi (LB), occorre “distinguere tra gli artifizi contabili e la realtà”. La Fabrizi ha invocato chiarezza sulla procedura di vendita di Colle dell’Oro ed ha ricordato come rimangano in sospeso partite importanti con l’Asm e con l’Usi. “Quanto proposto sembra più apparenza che realtà” e “l’azione politica verso la città ne risente negativamente”. Anche per Dario Guardalben (PdL) nel conto consuntivo si riscontrano “soluzioni per far quadrare i conti che lasciano perplessi con irregolarità non formali, ma sostanziali”. Più in generale Guardalben ha detto che dal consuntivo “ci aspetteremmo un’analisi di ciò che è stato fatto e di quanto non è stato fatto al quarto anno di governo, quale città emerge quasi al termine dell’amministrazione Di Girolamo. Ma quello che appare è che c’è solo uno stanco vivacchiare senza un minimo di respiro”. Anche per Federico Brizi (PdL) il consuntivo “fotografa la situazione grave in cui versa la città, con un livello di tassazione troppo elevato, l’altissimo numero delle contravvenzioni e le scarse manutenzioni”. Paolo Maggiolini (Gruppo Misto) ha fatto riferimento anche lui alle manutenzioni, ed in particolare alla situazione della fontana di piazza Tacito. Riferimento alla fontana colto anche da Giocondo Talamonti (Gruppo Misto) che ha però ringraziato la Giunta per il lavoro portato avanti in una situazione difficilissima per gli enti locali come quella di questi ultimi anni. Giovanni Cicioni (LB) dichiarandosi contrario “naturalmente” in quanto opposizione, a questo consuntivo ha rilevato anche la contrarietà tecnica ad alcuni aspetti del documento, peraltro condivisa anche da settori della maggioranza. “Critiche delle quali la giunta non ha però preso atto sufficientemente e per questo la nostra contrarietà naturale, diventa anche politica”. Mauro Nannini (FdS) nel suo intervento ha messo in evidenza la drammaticità della situazione generale degli enti locali che di fatto “hanno operato da cassa per il risanamento delle finanze dello Stato”. “Dunque non è solo la nostra amministrazione ad avere problemi a far quadrare il bilancio, ma tutti i Comuni che infatti, al di là delle distinzioni politiche, da tempo sono insieme nella protesta”.  Il vicesindaco Paci nella replica ha affrontato alcuni degli elementi sollevati nel corso del dibattito, sottolineando che la Giunta raccoglierà le sollecitazioni e le richieste, anche quelle operative riguardanti l’istituzione di un gruppo di lavoro tra Giunta stessa e terza commissione. “Da parte della minoranza, oltre alle critiche legittime, sono arrivati giudizi che spesso prescindono dai dati reali. Non ci sono stati, inoltre, riferimenti alla situazione che si è verificata in questi ultimi anni: credo piuttosto che, rispetto ai tagli alle risorse e per il blocco degli investimenti degli enti locali, ci debba essere una comune preoccupazione, specie in una città come Terni, particolarmente colpita dalla crisi economica”. “Il bilancio 2012  – ha aggiunto Paci – poggiava, soprattutto, sulle entrate proprie non certo sulle alienazioni e sulle entrate straordinarie”. Infine il vicesindaco è tornato a mettere in evidenza il dato sui bilanci delle società controllate “che sono ora tutti in utile, in particolare Asm e Ternireti, e che rappresentano dunque il segnale di una situazione sana”.

TerniMagazine

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.