ast (1)TERNI Si apre una settimana ad altissima tensione per l’Ast dopo l’ultimo incontro al ministero che non ha portato nulla di buono. Stamattina ci sarà l’atteso faccia a faccia tra le Rsu e l’azienda di viale Brin per discutere lo spinoso problema dei carichi produttivi e degli effetti in negativo che rischia di provocare l’attuale fase di stallo. Nel frattempo inizierà un capillare volantinaggio per la città che andrà avanti anche domani.
“L’obiettivo – spiega il segretario della Fismic, Giovacchino Olimpieri – è quello di chiedere il sostegno di tutti i cittadini in una fase cruciale, molto più difficile e delicata di quella che vivemmo ai tempi del Magnetico”. Resta poi confermato lo sciopero di 4 ore proclamato dai sindacati per mercoledì dalle 9 alle 13.

Servizio integrale nel Corriere dell’Umbria del 3 giugno

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.