preventivoLe principali variazioni rilevate dall’Osservatorio Nazionale Federconsumatori rispetto alle previsioni iniziali sono legate alla riduzione delle bollette, soprattutto quella del gas, nonché all’aumento delle tariffe di professionisti ed artigiani (sulla spinta dell’IMU). Il risultato si conferma drammatico: nel 2013 gli aumenti toccheranno quota +1.492 euro a famiglia.
Aumenti insostenibili che, come rileva Federconsumatori, stanno determinando pesantissime ricadute sulle condizioni di vita delle famiglie e sull’intera economia, che continuerà a fare i conti con una profonda e prolungata crisi dei consumi. I calcoli dell’associazione inoltre non tengono conto degli ulteriori aumenti derivanti da Imu e incremento dell’Iva, sulle quali il Governo è chiamato a decidere a breve.
Ecco le voci dei rincari relativi agli aumenti previsti per l’anno in corso.

  PREVISIONI AUMENTI 2013 Euro annui
Rapportati Universo Famiglie ISTAT
 Alimentazione (+5%)  299 euro
 Trasporti ( treni e servizi locali)  113 euro
 Servizi bancari + mutui + bolli + tasse  118 euro
 Carburanti (comprese accise regionali)  132 euro
 Derivati del petrolio, detersivi, plastiche e prodotti per la casa  153 euro
 Assicurazione auto (+5%)  61 euro
 Tariffe autostradali (+2%)  38 euro
 Tariffe aeroportuali  31 euro
 Tariffe gas  – 41 euro
 Tariffe elettricità  – 5 euro
 Tariffe acqua  26 euro
 Tariffe rifiuti  49 euro
 Riscaldamento  44 euro
 Addizionali territoriali  173 euro
 Scuola  (mense +36 €, libri e materiale +26 €)  62 euro
 Tariffe professionali-artigianali  181 euro
 Tariffe postali + canone rai  58 euro
 TOTALE  1.492 euro
fonte: Federconsumatori.it

art su virgilio

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.