pedononnoSAVONA Attenzioni “particolari”: palpeggiamenti, baci e carezze proibite su una bambina di cinque anni. Una storia di abusi scoperta dagli stessi genitori della piccola che hanno dovuto fare i conti con un aspetto ancora più inquietante: le molestie arrivavano dal nonno. A raccontare alla mamma ed al papà di quei toccamenti era stata proprio la figlia. Parole alle quali era seguita subito una denuncia. Attraverso le indagini svolte (la bambina era anche stata ascoltata con il supporto di una psicologa durante un’audizione protetta) le accuse contro il nonno, un settantacinquenne, erano state tutte confermate.

L’anziano era quindi finito in manette con l’accusa di atti sessuali aggravati. Secondo quanto accertato le molestie sarebbero andate avanti per qualche mese, nel 2012, prima che la piccola raccontasse tutto ai genitori. Le parole della bimba non sono mai state smentite o confermate dal nonno: il settantacinquenne ha sempre preferito non rispondere alle domande degli inquirenti.

Questa mattina, davanti al giudice Emilio Fois, in abbreviato, il nonno è stato condannato a sei anni di reclusione e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici, oltre a quella legale per la durata della pena.

IVG

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.