violenza-donneTERNI I Carabinieri della Stazione di Papigno, hanno eseguito l’Ordinanza di misura Cautelare di “allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla persona offesa” ad un 33enne ucraino, operaio, pregiudicato, da tempo residente a Terni, per l’ipotesi di reato lesioni personali e maltrattamenti in famiglia nei confronti della moglie. La donna, casalinga, anch’essa di origine ucraina, nel periodo compreso tra febbraio e maggio 2013, sarebbe  stata oggetto di continue vessazioni, minacce e violenze sia fisiche che psicologiche da parte dell’uomo, poste in essere anche in presenza della figlia di 10 anni. In particolare, nel mese di maggio scorso, la donna sarebbe  dovuta ricorrere alle cure dei sanitari del locale Pronto Soccorso poiché il marito l’avrebbe dapprima colpita con pugni al volto e al collo e poi, una volta caduta a terra, avrebbe continuato a darle forti calci al costato, al seno e alle braccia con le quale tentava di proteggersi.

TerniMagazine

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.