Dodici turisti, tra cui 5 italiani e 7 svizzeri, sono stati liberati lunedì dai militari camerunensi dopo essere stati sequestrati per qualche ora da una “banda di terroristi” nella località di Moungo-Ndor, nel sudovest del Camerun. Lo annuncia il governo camerunense, riferiscono i media locali.

I turisti facevano parte del gruppo ‘African Adventure’ ed erano diretti al Monte Manengouba per visitare i laghi gemelli. Secondo la tv pubblica camerunense, i sequestratori fanno parte delle milizie anglofone separatiste che operano nell’area di Nguti, nel dipartimento del Kupe Muanenguba. I turisti avrebbero già incontrato il ministro degli Esteri del Camerun e gli ambasciatori italiano e svizzero, aggiungono ancora i media locali.

Ansa

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.