ambulanza884-300x225CATANIA – Il cugino che gli abitava al piano di sopra era “troppo rumoroso”. Per questo, soltanto per questo, Antonio Marino, 36 anni di Catania  è uscito di casa, è andato dal benzinaio, ha riempito una tanica da 10 litri con liquido infiammabile e l’ha usata per dargli fuoco.

Ora Antonino Marco Castro, 25 anni, di Catania è ricoverato a Palermo, all’ospedale Cervello e lotta contro la morte. Le sue condizioni sono giudicate gravissime dai medici: Castro ha ustioni sul 95% del corpo.

La lite, l’ennesima tra i due cugini, avrebbe alle spalle un banale movente di condominio. Secondo Marino suo cugino faceva troppo rumore. Motivo per cui i due avevano discusso diverse volte.

Fino all’epilogo quando Marino ha lanciato la benzina contro Castro e poi ha appiccato il fuoco trasformandolo in una torcia umana. Leggermente ferito, per un ritorno di fiamma, anche l’aggressore.

BlitzQuotidiano

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.