Saluta i compagni e si butta dalla tromba delle scale: morto studente

Roma, l Istituto Santa Maria: in corso i rilieviUn ragazzino di 13 anni è morto dopo essere precipitato da una tromba delle scale della scuola Santa Maria, di via Tasso, nel centro di Roma. Alcuni compagni di scuola hanno affermato che il giovane avrebbe detto “ciao a tutti” prima di lanciarsi nel vuoto. Lo studente è stato soccorso in gravissime condizioni dal 118 ed è deceduto poco dopo all’ospedale San Giovanni. I carabinieri hanno trovato in classe un biglietto scritto dal ragazzino.

read more

Trenta (M5S): “Contributi incassati, ma non erogati “

TERNI –  “Ancora una volta siamo costretti a testimoniare l’ennesimo atto di sfregio nei confronti delle Istituzioni da parte di un’amministrazione comunale i cui dirigenti ed assessori continuano ad essere stipendiati senza però sporcarsi le mani con il lavoro di ordinaria amministrazione che dovrebbero garantire nel loro ruolo”. Lo scrive, in una nota diffusa stamattina, Angelica Trenta, consigliere comunale del M5S. read more

Referendum Lombardia e Veneto, ecco come votare domenica 22 ottobre

Gli elettori lombardi e veneti sono chiamati alle urne domenica 22 ottobre per esprimersi sul cosiddetto “referendum per l’autonomia”. L’appuntamento è solo consultivo e quindi non vincolante. Se infatti dovesse vincere il sì né la Lombardia né il Veneto opteranno per la secessione dal resto del Paese né diventeranno automaticamente regioni a statuto speciale. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulle modalità di voto.

read more

Caso Weinstein, mea culpa di Tarantino: “Sapevo abbastanza da poter fare di più”

“Sapevo abbastanza per fare di più di quello che ho fatto”. A parlare è il registaQuentin Tarantino in un’intervista al “New York Times” intervenendo sul caso di Harvey Weinstein. Tarantino ammette che le informazioni a sua disposizione “erano più di un normale gossip. Non erano di seconda mano. Se avessi fatto quello che avrei dovuto fare – dice -, non avrei lavorato con lui”.

read more

Si aggrava l’emergenza smog al Nord: Torino la più nera “Finestre chiuse, niente sport allʼaperto”

Nel Nord Italia l’aria è sempre più irrespirabile. Il mancato arrivo delle piogge ha fatto schizzare alle stelle le concentrazioni di polveri sottili, con effetti preoccupanti sulla Pianura Padana. La situazione peggiore a Torino, dove i livelli di PM10 hanno raggiunto i 114 microgrammi al metro cubo, oltre il doppio della soglia massima (50). Nelle Regioni settentrionali, sono in tutto 25 le città che hanno oltrepassato il limite annuale di 35 giorni di superamento delle concentrazioni di polveri sottili.

read more