‘Ndrangheta: sequestrati beni per 15 mln Sigilli a imprese, conti e immobili affiliato cosca Scilla

ndranghetaREGGIO CALABRIA Beni mobili e immobili per un ammontare complessivo di oltre 15 milioni di euro sono stati sequestrati dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria a Matteo Gaietti, affiliato alla cosca Nasone-Gaietti di Scilla. read more

P.A. lo Stato paga puntualmente solo la casta

dalemaLo dice anche la Bibbia (Ecclesiaste 3): “Per ogni cosa c’è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo“. Sotto il cielo di Roma, però, il tempo scorre in modo un po’ diverso. Perché c’è chi aspetta da mesi, a volte anni, che lo Stato si decida a firmare i mandati di pagamento (imprenditori strozzati che hanno anticipato l’iva, cassaintegrati che aspettano i nuovi fondi, professionisti che hanno prestato la loro mano d’opera magari a Tribunali e affini) e chi invece passa già all’incasso: si tratta dei 600 ormai ex parlamentari che stanno per ricevere l’accredito della loro liquidazione. read more

Incendi, si alla prevenzione, no al piano regionale biomasse. La presa di posizione del M5S

INCENDI PREVENZIONETERNI Nella “proposta di piano antincendi” della Regione Umbria per la Bassa Valnerina (che interessa i comuni di Terni, Arrone, Montefranco, Polino e Ferentillo) si evince che grossa parte del piano di prevenzione consisterebbe nella creazione di “fasce antincendio”. read more

Clandestini afghani a Genova su jet privato, il costo: rene, neonato o 15mila $

polizia-macchina-300x225GENOVA – Un rene, un neonato o fino a 15mila dollari in contanti. Questi i “prezzi” da pagare per i clandestini che dall’ Afghanistan vogliono arrivare in Italia su un jet privato. L’Interpol e la polizia italiana hanno arrestato all’ aeroporto Cristoforo Colombo di Genova i clandestini e hanno accertato il coinvolgimento di due piloti italiani e due dipendenti di un’agenzia di viaggi. read more

Grandine e allagamenti flagellano il folignate. Chiesta la calamita’ naturale

Bevagna_AllagamentoBEVAGNA Prima la grandine, poi la pioggia. Particolarmente martoriato il territorio folignate dall’ondata di maltempo abbattutasi nel giorno di Pasqua. Ha cominciato la grandine nel primissimo pomeriggio provocando seri danni alle colture in fiore, ma il passare delle ore ha complicato la situazione con l’abbondante pioggia caduta, provocando danni tra Bevagna e Massa Martana. read more