Gap tra imposte pagate e dovute a 109 mld l’anno in Italia

Fisco: Cgia, dal 2010 pagati 29 miliardi di tasse in piùROMA – Il gap tra le imposte che dovrebbero essere versate e quelle effettivamente pagate si attesta in Italia a quota 108,7 miliardi di euro in media d’anno: 98,3 miliardi dovuti ai principali tributi, 10,4 ai contributi. E’ quanto emerge dagli ultimi dati pubblicati sulla ”Relazione sull’economia non osservata e sull’evasione fiscale e contributiva”, allegata al Def e depositata in Parlamento. Dal documento, riferito agli anni 2010-2014, emerge che la ”propensione al gap” è altissima per l’Irpef del lavoro autonomo e d’impresa: al 59,5%. read more

Manovra 24,5 mld, Pil rimane a +1%, forse ritocco deficit

DATI PIL, GOVERNO PUNTA SULLA FLESSIBILITA' PER INVESTIRELa manovra che il governo si appresta a varare sabato prossimo si preannuncia da 24 miliardi e mezzo. Ad anticipare i contenuti e l’importo complessivo della legge di bilancio è il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, tornato in Parlamento per rispondere ai rilievi dell’Ufficio parlamentare di Bilancio e per fornire dettagli sulle stime macroeconomiche del governo, corredate dalle misure in via di approvazione. read more

Momento d’oro per le micro-imprese: dalla crescita dell’export ai finanziamenti

company-agreementL’export è da sempre uno degli aspetti più importanti per il nostro mercato e per la diffusione ed il prestigio del marchio made in Italy: un fattore che vale soprattutto per le micro e le piccole imprese, spesso legate ad una concezione artigianale che difficilmente riesce a superare i confini geografici della propria regione di appartenenza. Ebbene, da questo punto di vista non arrivano che buone notizie: l’export di queste micro-aziende non solo è in grande salute, ma dimostra potenzialità eccezionali, soprattutto se si considerano le regioni del centro-Italia.  read more

Pil: Ocse taglia stime Italia, +0,8% in 2016 e 2017

AMBIENTE:IMPIANTO FOTOVOLTAICO FERRANIA DA 60 MW/ANNOIn Italia il Pil crescerà dello 0,8% nel 2016 e 2017. Lo afferma l’Ocse nel suo Economic Outlook di settembre, ritoccando rispettivamente al ribasso di 0,2 e di 0,6 punti le stime rispetto all’economic outlook di giugno. La revisione al ribasso delle stime di crescita italiane è dovuta al fatto che le attese “su investimenti e scambi non si sono rivelati così fruttuosi come si prevedeva”, dice Catherine Mann, capo economista dell’organizzazione, presentando l’ultimo economic outlook a Parigi. read more

Istat: cala la fiducia di consumatori e imprese a agosto

INDUSTRIAPeggiora la fiducia di consumatori e imprese ad agosto. L’indice Istat del clima di fiducia dei consumatori passa da 111,2 di luglio a 109,2 e l’indice composito del clima di fiducia delle imprese Iesi scende da 103 a 99,4 nelle prime rilevazioni dopo gli attentati di Nizza. Per le aziende, il clima cala in tutti i settori e, per le famiglie, tutte le componenti della fiducia registrano una flessione, seppure con intensità diverse. Il clima economico passa da 129,8 a 125,5, diminuendo per il quinto mese consecutivo. read more

La Germania: “Fallito il negoziato tra Usa e Ue sul Ttip”

ttipIl vice cancelliere tedesco e ministro dell’Economia, il socialdemcoratico Sigmar Gabriel ha chiarito che i negoziati tra Ue e Usa sul trattato di libero scambio (Ttip) sono ormai «di fatto falliti perché noi europei non possiamo accettare supinamente le richiesta americane» ha dichiarato alla rete Zdf sottolineando come ormai «non ci sarà più alcun passo avanti».  read more

Ocse: Italia e Francia a crescita zero in II trimestre

il Ministro dell' Economia Pier Carlo Padoan in Senato in una foto d'archivio. ANSA/GIUSEPPE LAMI

il Ministro dell’ Economia Pier Carlo Padoan in Senato in una foto d’archivio. ANSA/GIUSEPPE LAMI

La crescita economica ha rallentato in cinque dei sette Paesi del G7 nel secondo trimestre, con l’eccezione della Gran Bretagna (+0,6% contro +0,4% nel primo trimestre), su cui però ancora non pesavano gli effetti del Brexit, e gli Stati Uniti (+0,3% contro +0,2%). read more

Uk, la Brexit è una festa: vendite al dettaglio +5,9%

Theresa-May-555158Depressione post Brexit? Niente affatto, i consumatori britannici hanno invece festeggiato: le vendite al dettaglio a luglio sono cresciute dell’1,4% rispetto al mese precedente e del 5,9% su base annua. Entrambi i dati hanno nettamente battuto le attese (+0,2% m/m, +4,2% a/a). La sterlina si è subito rafforzata, salendo ai massimi da quasi due settimane sul dollaro a 1,3159. Al sorprendente risultato hanno contribuito il tempo particolarmente caldo e soleggiato e l’arrivo massiccio dei turisti dall’estero, favorito ovviamente dall’indebolimento della sterlina. read more

Il punto sulla crisi: crescita ferma e debito record

++ CRISI: BALZO RECORD PIL GERMANIA,+2,2 SECONDO TRIMESTRE ++Nel secondo trimestre il prodotto interno lordo italiano, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è rimasto invariato rispetto al trimestre precedente ed è aumentato dello 0,7% nei confronti del secondo trimestre del 2015. Lo comunica l’Istat diffondendo la stima preliminare. Il secondo trimestre del 2016 – precisa l’Istat – ha avuto una giornata lavorativa in più del trimestre precedente e una in più rispetto al secondo trimestre 2015. read more

Belgio: Isis rivendica l’attacco di Charleroi

Belgium Machete AttackL’Isis colpisce ancora in Europa e rivendica il suo nuovo attentato:l’attacco con machete contro le due poliziotte a Charleroi è stato compiuto da “uno dei soldati dello Stato islamico” che ha risposto agli appelli “a colpire i cittadini dei Paesi della coalizione crociata”. Il ‘soldato’ del Califfato è un algerino di 33 anni, immigrato illegale in Belgio dal 2012, conosciuto alla polizia solo per reati comuni ma non per terrorismo. E non si trovava in carcere per mancanza di posti. La procura federale indagava per terrorismo già prima della rivendicazione Isis, arrivata attraverso la sua agenzia di stampa Amaq, essendoci fin da subito indicazioni evidenti per inserirlo nella lunga lista di attentati che stanno insanguinando l’Europa, come il grido ‘Allah u Akbar’ prima di ferire le due donne. read more