Governo, Mattarella dà il via al terzo giro di consultazioni

E’ iniziato alle 10 il terzo e ultimo giro di consultazioni da parte del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per cercare di trovare una maggioranza con cui formare un governo. Nel centrodestra la situazione è ingarbugliata, mentre il M5s punta a un accordo con la Lega, ma senza Forza Italia. L’alternativa è il ritorno al voto. Senza un accordo di maggioranza, però il Colle sarebbe intenzionato a un governo tregua.

read more

Governo, Cinquestelle: “No a Mattarella, si vada subito al voto”

Governo, Cinquestelle: "No a Mattarella, si vada subito al voto"No a Mattarella e voto subito: è la posizione del M5s in vista delle nuove consultazioni. “Diciamo no a un nuovo Nazareno. E sarebbe ancora peggio un governo di scopo, di tregua o con qualsiasi altra formula”, dice Luigi Di Maio al Fatto Quotidiano. Linea ribadita dal capogruppo M5s al Senato, Danilo Toninelli, a Radio Anch’io: “Questi governi tecnici, di tregua, del presidente sono fatti per tirare a campare, preferisco andare a votare”.

read more

Salvini chiama Mattarella: “Preincarico a me? Perché no?” “Ci proverò fino allʼultimo”

“Proverò a cercare in parlamento quella forza per fare le cose che ci chiedono gli italiani. Ci proverò fino all’ultimo”. Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, specificando che il tentativo sarà “partendo dal centrodestra, che è la prima coalizione e ha vinto in Molise e Friuli”. Alla domanda se chiederà un pre-incarico per formare un governo, Salvini ha risposto senza giri di parole: “Perché no?”.

read more

Renzi: “No a governo con M5s, ma pronti a scrivere le regole insieme”. Di Maio: “Ego smisurato, noi ci abbiamo provato”

“Il titolo di domani dovrebbe essere quello di tutti i giorni: siamo seri, chi ha perso le elezioni non può andare al governo“. Lo ha detto l’ex segretario del Pd Matteo Renzi, sottolineando che “non possiamo far passare il messaggio che il 4 marzo sia stato uno scherzo. Il Pd ha perso: tocca a Salvini e Di Maio a governare. Non possiamo rientrare dalla finestra come un gioco di palazzo” o con decisioni “dei caminetti romani”.

read more

Governo, Mattarella pronto a scoprire le carte. Di Maio: “Piena fiducia nelle sue decisioni”

Da Campobasso, dove è intervenuto nella campagna elettorale, Luigi Di Maio dichiara piena fiducia nel presidente della Repubblica. “Mattarella prenderà le sue decisioni, vedremo. Quello che voglio dire è che abbiamo piena fiducia in lui come garante della Costituzione, qualsiasi decisione prenderà” ha detto. Il leader politico del Movimento 5 Stelle ha escluso invece l’ipotesi di un premier “terzo”: “Diciamo no a un premier che ha preso zero voti”.

read more

Berlusconi: ‘Migranti bomba sociale, via in 600mila’.’La sinistra vuole stranieri-schiavi, io regole ed ordine’

Gli appelli a evitare di utilizzare in campagna elettorale l’attacco a sfondo razzista di Macerata sembra cadere nel vuoto. Mentre Pietro Grasso e Laura Boldrini mettono sul banco degli imputati Matteo Salvini, questi condanna sì il gesto di Luca Traini ma sostiene che è motivato dall’immigrazione “fuori controllo organizzata” da governo. E si aggiunge il tentativo di Giorgia Meloni di coinvolgere nella polemica il presidente Sergio Mattarella che “non chiamò”, accusa la leader Fdi, la madre di Pamela. read more

Di Maio alla City, giallo sulle larghe intese. ‘Mai dato ok M5s’

Alla City di Londra si consuma il “giallo larghe intese”. A tarda sera, quando gli incontri tra Luigi Di Maio e gli investitori sono conclusi, l’agenzia Reuters, citando una fonte anonima presente ai colloqui, scrive che il candidato premier M5S, ai suoi interlocutori, ha “detto, che, se non avrà i seggi sufficienti per la maggioranza, vede la probabilità di un governo sostenuto da tutti i principali partiti, inclusi i 5 stelle”. Non solo. read more

Renzi difende le candidature ma c’è tensione. Per i giovani 1 mese di servizio civile obbligatorio

Concluse le liste dei candidati alle elezioni del 4 marzo Matteo Renzi spiega in un post che ‘abbiamo messo in campo la squadra più forte. Abbiamo idee vincenti e convincenti. Abbiamo restituito al Paese la possibilità di provarci, uscendo da una crisi devastante’. E ‘adesso, per 35 giorni, tutti al lavoro per vincere le elezioni. Senza polemica, a viso aperto, con la testa e con il cuore’. read more