palazzo spadaTERNI Il punto del contendere è la gestione del verde pubblico, si lamenterebbe trascuratezza ed inefficienza della direzione relativamente alla situazione del verde pubblico in città dopo che a venti mesi dalla scadenza dell’appalto non si è avviato l’iter per un nuovo bando. Il vuoto che successivamente si è creato, e che avrebbe  portato a evidenti segni di degrado nelle aree verdi della città, è stato colmato dalla Giunta procedendo a frazionare il servizio in tre piccoli appalti di cui due assegnati e uno la cui gara sarà riproposta proprio martedì, dopo l’annullamento per un errore nell’importo a base d’asta. Quattro consiglieri del Pd e uno di Rifondazione Comunista, Trivelli, Orsini, Teofrasti, Giubilei e Luzi, chiederebbero la revoca delle delega all’assessore e la rimozione del dirigente del settore.  Dunque l’assessore competente sarebbe attaccato all’interno della maggioranza, ma lui si difende  presentando il programma dei lavori “I lavori previsti dagli appalti  sono già iniziati e hanno interessato i parchi e quasi tutte le scuole. Martedì salvo le condizioni meteo sfavorevoli, sette squadre si rimetteranno al lavoro e nel giro di 15 giorni la città sarà sistemata. Restano fuori al momento – continua – il cimitero e alcune aree delle circoscrizioni, lavori che affideremo alle circoscrizioni stesse. A breve poi sarà predisposta la gara europea per l’appalto generale». In difesa del suo assessore scende in campo anche  il sindaco Di Girolamo, riconfermandogli la sua fiducia.

TerniMagazine

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.