TERNI – Sono stati portati al massimo livello i valori delle tariffe e delle aliquote delle tasse comunali. Si tratta di un provvedimento adottato dal commissario straordinario del Comune di Terni, Antonino Cufalo. Una delibera resa obbligatoria dallo stato di dissesto dell’ente, dichiarato il primo marzo scorso. Il provvedimento non è revocabile e avrà efficacia per cinque anni. La delibera varata mercoledì 21 marzo riguarda l’Imu, la Tasi (tributo per i servizi indivisibili), l’addizionale comunale all’Irpef, la Tosap (suolo pubblico), l’imposta sulla pubblicità, i diritti sulle pubbliche affissioni. La delibera del commissario straordinario comunque conferma le agevolazioni e le detrazioni approvate lo scorso anno dall’ente, fino alla loro scadenza naturale.

Corriere dell’Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.