carrello spesaPERUGIA Il 71% delle famiglie secondo l’Istat ha modificato qualità e quantità dei prodotti acquistati: nel febbraio 2013 si è registrato un calo delle vendite al dettaglio dello 0,2% rispetto al mese di gennaio, con un aumento delle vendite di prodotti alimentari (+0,2%) e una diminuzione di quelle di prodotti non alimentari (-0,3%). Ma rispetto a febbraio 2012, il totale delle vendite ha segnato una diminuzione del 4,8%.
Fida-Confcommercio, ossia la categoria dei dettaglianti dell’alimentazione, illustra il suo punto di vista. I negozi di vicinato, dice Samuele Tognaccioli, vice presidente provinciale e consigliere nazionale della Federazione, possono ancora consentire di coniugare qualità e risparmio. Questi in sintesi i consigli: evitare di sprecare benzina per andare a tutti i costi a caccia di offerte, acquistare solo ciò che è necessario per evitare sprechi, affidarsi ai consigli dell’alimentarista-gastronomo.

Corriere dell’ Umbria

 

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.