CADAVERE NEONATO TRA RIFIUTI, SI INDAGA PER RISALIRE A MADRENOVARA “C’é un neonato morto a lato della strada, ad Agognate, vicino all’ingresso dell’autostrada Novara Ovest”. Sono state queste le parole al 113 dell’automobilista che ieri sera ha notato il cadavere di un neonato abbandonato per strada, tra i rifiuti, sotto un ponte alla periferia di Novara, non lontano dal casello Novara Ovest dell’autostrada A4. Sul posto gli agenti della squadra mobile della Questura, il medico legale e il sostituto procuratore Mara De Donà, che coordina le indagini per risalire alla madre. Una informativa è stata diramata a tutti gli ospedali di Piemonte e Lombardia per capire se sia stata ricoverata una donna per le ferite post-parto. Ma non è escluso, data la vicinanza dell’autostrada, che a gettare il cadavere del neonato, di uno o due giorni, possa essere stato qualcuno di passaggio.

La zona in cui è stato trovato il cadavere del neonato era già nota alla cronaca. Nei pressi dello stesso svincolo dell’autostrada A4, negli anni ’90 venne ritrovato il corpo fatto a pezzi di una prostituta straniera, mai identificata. E sempre li’, lungo il torrente Agogna, due anni fa venne trovato il cadavere di una prostituta nigeriana. Un caso, quest’ultimo ancora aperto. Intanto, oggi il pm Mara De Donà assegnerà l’incarico al medico legale che dovrà effettuare l’autopsia sul corpicino. L’esame autoptico dovrà stabilire se il neonato fosse vivo al momento del parto e a quando risalga.

Ansa.it

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.