calviCalvi dell’Umbria – Appassionati di fiori e giardinaggio attenzione, a Calvi arriva “Tra pomi e fiori”, mostra mercato di florovivaismo giunta quest’anno alla tredicesima edizione. Vivaisti provenienti da tutta Italia allestiranno i propri stand nel centro di Calvi per far conoscere ai visitatori le bellezze e le particolarità del settore del giardinaggio.

L’evento – Dal 31 agosto al 1° settembre nella suggestiva cornice del giardino del monastero delle orsoline di Santa Brigida, risalente al settecento, e nelle vie del centro storico di Calvi dell’Umbria, esperti del settore giunti da Piemonte, Veneto, Liguria, Sicilia e altre regioni italiane, proporranno piante e fiori tradizionali e ricercate, rare e particolari. Sarà così possibile conoscere da vicino il mondo dei vivai e non solo, in quella che è ormai considerata una delle fiere più importanti nel suo genere dell’intera Regione. Punto di forza, nonché obiettivo della manifestazione, è da sempre quello di proporre ai visitatori prodotti originali e magari poco presenti sui mercati più comuni, per far avvicinare e appassionare quanto più pubblico possibile alla realtà dei vivai.

Non solo piante in mostra – La manifestazione non proporrà solo la classica mostra di piante e fiori. Oltre a curiosare tra i prodotti e fare domande agli esperti, per gli appassionati sarà possibile anche scambiare piante e semi in un apposito angolo dedicato proprio al baratto. Non solo. Accanto ai fiori sarà possibile ammirare anche le opere che faranno parte della mostra di pittura botanica, considerata di alto livello grazie alla partecipazione di artisti famosi in tutta la Nazione. Accanto a tutto questo poi ci saranno anche la mostra dell’artigianato, gli immancabili stand enogastronomici, punti ristoro e la possibilità di degustare menù pensati per l’occasione.

Dai fiori alla storia locale – “Tra pomi e fiori” non si vuole fermare solo al mondo del giardinaggio e dei vivai. In occasione della mostra infatti sarà possibile anche conoscere la storia e le tradizioni locali, oltre a visitare il museo di Calvi, come ha spiegato uno degli organizzatori, Pancrazio Mazzocconi “Il costo del biglietto per l’evento è di 3 euro, ma con l’aggiunta di un 1 euro i partecipanti avranno l’opportunità di scoprire le bellezze del luogo”. Si potranno dunque ammirare i quadri dei pittori fiamminghi esposti al museo, visitare il monastero e le sue storiche cucine ed il monumentale presepe presente dentro la chiesa di Sant’Antonio, formato da oltre trenta statue di terracotta, a grandezza naturale, risalenti al 1475, opera dei fratelli Giacomo e Raffaele da Montereale.

Cronache24

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.