umPERUGIA Due manifestazioni di interesse per Umbria Mobilità. Non quattro, come avevano assicurato i sindacati. Dai timbri postali si tratterebbe di Bus Italia (o una rete temporanea di imprese che fa capo a Ferrovie dello Stato) e della francese Ratp (statale e del comune di Parigi). Martedì 30 luglio l’apertura delle buste. Venerdì intanto cda e soci si riuniscono per due temi cruciali. Il primo è il bilancio: in base alle ultime stime potrebbe essere chiuso con 7,5 milioni di euro di passivo. Il secondo punto riguarda il bando di gara, dove verranno fissate le clausole che l’acquirente dovrà rispettare: le garanzie chieste dai lavoratori sulle assunzioni (clausola sociale) ma anche riferimenti alla possibilità di aumentare il “coefficiente di carico” di bus e treni.
Consiglio il 17 La data concordata è quella del 17 settembre, per discutere insieme tutte le mozioni dedicate alla crisi dell’azienda unica dei trasporti. E’ questa la “risoluzione” sottoscritta lunedì nella riunione dei capigruppo a palazzo Cesaroni.

Servizio integrale nel Corriere dell’Umbria del 30 luglio

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.