i-primiFOLIGNO I Primi d’Italia non conoscono crisi. E se, in un periodo così difficile, un po’ di apprensione alla vigilia ci poteva anche essere, alla fine il bilancio della quattro giorni che ha ravvivato il centro storico di Foligno è più che soddisfacente. Non lo nasconde il presidente dell’Epta Roberto Prosperi, patron della manifestazione: “Possiamo dire che anche la quindicesima edizione del festival non ha tradito le attese. Anzi è andata molto bene specie nella giornata di sabato. Anche se ancora non abbiamo numeri precisi sulle presenze è bastato guardarsi intorno per definirla una giornata da record”. Merito anche del meteo che almeno fino a sabato si è schierato con i “Primi”: “Per chi organizza eventi – aggiunge Prosperi – è un aspetto fondamentale e quest’anno ci ha aiutato molto. Ma quello che ci tengo ad evidenziare è il successo di questa rassegna arriva anche dal grande apporto di chi è coinvolto nella macchina organizzativa. In più voglio aggiungere la grande accoglienza che ci ha riservato la città. La soddisfazione di commercianti, albergatori, visitatori e cittadini è ciò che dà più soddisfazione a una manifestazione che punta anche a portare economia”.

Notizia integrale nel Corriere dell’Umbria del 30 settembre

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.