primiFOLIGNO – È tutto pronto a Foligno per la diciassettesima edizione de I Primi d’Italia, il festival nazionale dei primi piatti in programma dal 24 al 27 settembre. L’edizione 2015 è stata presentata prima all’Expo di Milano e poi in città, in una conferenza stampa in cui è stato anche tracciato un bilancio dei primi 17 anni della kermesse, animata ogni volta da migliaia di visitatori provenienti da tutta Italia e da chef di altissimo livello, come Gualtiero Marchesi, Gianfranco Vissani, Pietro Leeman, Carlo Cracco, Alfonso Iaccarino, Claudio Sadler, Mauro Uliassi, che hanno permesso alla stessa di affermarsi come punto di riferimento importante nel panorama delle manifestazioni gastronomiche nazionali.
Tante le novità dell’edizione 2015 dei Primi, che ogni anno vestono a festa il centro storico di Foligno, per una quattro giorni di gusto, spettacolo e divertimento.
Una gratificazione, un’occasione di convivialità, un centro di propulsione culturale e goliardico dell’alta cucina su scala nazionale, I Primi d’Italia è tutto questo e molto altro. Un festival che ha sempre ricercato e centrato l’obbiettivo di avvicinare il grande pubblico alla cucina d’autore, alle produzioni d’eccellenza e alla cultura dell’enogastronomia italiana, valorizzando i primi piatti come simbolo di italianità e aprendo le porte a riflessioni di carattere culturale, economico, sociale, medico e anche educativo.
Dopo 16 edizioni sfavillanti e partecipate, nel suo XVII anno, I Primi d’Italia confermano il format e aumentano livello qualitativo, alzando l’asticella degli special guests 2015 e dei Villaggi del Gusto, con degustazioni continuative a base di pasta, riso, polenta, gnocchi, gluten free, specialità al tartufo, tipicità locali e specialità di mare, ma anche con la novità dei Villaggi stellati dei Due Stelle Michelin, Mauro Uliassi, del ristorante “Uliassi” di Senigallia, e Gennaro Esposito del ristorante “Torre del Saracino” di Napoli.
I Primi d’Italia non sono solo intrattenimento per il palato, ma un’esperienza completa con attività e appuntamenti per tutti i gusti e per tutte le età: “Mezza maratona dei Primi” e altre per mantenersi in forma; I Primi d’Italia Junior
live e momenti di intrattenimento, lo spazio formato bimbo per imparare i principi della attività sportive sana alimentazione divertendosi; gli spettacoli gratuiti de I Primi d’Italia show con concerti, cabaret, con i grandi personaggi e le loro imperdibili performance. Il programma completo è su www.iprimiditalia.it.
Si comincia giovedì e si chiude domenica, lo scorso anno sono stati oltre 200mila i visitatori in appena quattro giorni, con alberghi, ristoranti, strutture ricettive e negozi pieni: una vera e propria benedizione per il tessuto economico della città e del territorio. Quest’anno si spera nell’ennesima replica, anzi forse anche più.

UmbriaDomani

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.