umbria-mobilita-manifestazione-2Alla fine, dopo cortei e proteste, la gran parte dei sindacati di Umbria Mobilità – Cgil, Cisl, Uil e Cisal – hanno firmato l’accordo con i soci dell’azienda di trasporto per il rilancio dell’azienda. La ritrovata unita prevede tre passaggi fondamentali. 

1)la nascita di Umbria Mobilità servizi a cui l’indebitata Umbria Mobilità patrimonio spa darà in gestione dal 2014 il trasporto su gomma e ferro sull’intera rete regionale, i mezzi e tutto il personale in servizio  ricevendo in cambio un affitto che andrà progressivamente a coprire i debiti.

2) L’ingresso nella nuova società – new co è la formula societaria – di un partner societario privato con provata esperienza nel settore e bilanci sanissimi (gara su campo europeo oltre ad Fs interessate anche società Francesi e Tedesche) che però non potrà ottenere più del 70 per cento delle quote. I soci pubblici – quindi niente privatizzazione del servizio di trasporto – si impegnano ad essere presenti al 30 per cento nella new co oltre a controllare interamente la vecchia Umbria Mobilità.

3) L’impegno dei soci pubblici al trasferimento senza esuberi di tutto il personale in servizio nella vecchia Umbria Mobilità alla nuova società partecipata dal socio privato. Altri impegni: stipendi regolari, pagamento dell’aziende dell’indotto e servizio di trasporto in linea con le esigenze degli utenti.

L’accordo dunque permette all’azienda di trovare un partner privato affidabile senza dover fronteggiare scioperi o guerre interne e di costituire la nuova società senza debiti e mantenendo almeno un 30 per cento di controllo. Così si pensa di evitare esuberi, tagli alle corse e soprattutto il fallimento di Umbria Mobilità. Durante la trattativa non sono mancati brevi attimi di tensione per via di un fumogeno lanciato da alcuni dipendenti che ha fatto incanalare il fumo all’interno della sede. Ma tutto è rientrato come dimostra la firma dell’accordo.

Perugiaoday

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.