corte europeaSTRASBURGO – L’Italia nel 2012, a causa delle violazioni dei diritti dei propri cittadini riscontrate dalla Corte di Strasburgo, è stata condannata a versare indennizzi per 120 milioni di euro, la cifra più alta mai pagata da uno dei 47 Stati membri del Consiglio d’Europa. Lo si legge nel rapporto reso noto oggi a Strasburgo.

STRASBURGO, L’ITALIA TRA I ‘SORVEGLIATI SPECIALI’ – L’Italia resta anche nel 2012 lo Stato membro del Consiglio d’Europa con il più alto numero di sentenze emesse dalla Corte di Strasburgo ancora da eseguire (ben 2569). Dietro il nostro paese ci sono la Turchia con 1780 sentenze non eseguite e la Russia con 1087. A causa delle sentenze inapplicate l’Italia è inoltre nel gruppo di testa dei Paesi ‘sorvegliati speciali’ dal Comitato dei ministri del Consiglio d’Europa.

Ansa.it

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.