roberta lombardi 5E meno male che si era appena chiusa dentro il parlamento a leggersi la Costituzione. La capogruppo del Movimento 5 stelle alla Camera Roberta Lombardi ha infilato un’altra gaffe che è andata ad arricchire il repertorio dove spiccano gli elogi al fascismo, il ‘nonno’ Napolitano e le ricevute dei rimborsi rubati.
COLLE, PASSO FALSO. Questa volta è scivolata sul tema caldo del momento, e cioè l’elezione del presidente della Repubblica. Intervistata da Radio Radicale(ascolta l’audio) la Lombardi stava tracciando l’identikit che i grillini vorrebbero per il prossimo inquilino del Colle: «Deve avere una certa età anagrafica? Non mi pare che sia scritta in Costituzione…», ha detto prima di essere corretta dall’intervistatrice: l’articolo 84 infatti stabilisce che il capo dello Stato per essere eletto debba avere 50 anni di età.
«NON DICE 70 O 80 ANNI…». La parlamentare ha quindi provato subito a ridimensionare la cantonata: «Vabbè, non è che c’è scritto dagli 80 anni o dai 70 anni in su, che poi è l’età media dei candidati… E poi che vuol dire di ‘esperienza’? Vuol dire che devi essere stato nel sistema per 40 anni? O devi essere una figura che sia appunto di garanzie, si attenda quindi esclusivamente a quelli che sono i dettami della Carta costituzionale?». Insomma, interpellata esplicitamente sulla leader radicale Emma Bonino, la capogruppo dei grillini l’ha descritta come parte integrate del ‘vecchio’ sistema che i cinque stelle vogliono combattere.
Meglio una ventata di freschezza e novità. Senza esagerare, perché sotto il mezzo secolo di vita non si può partecipare alla corsa. Ora lo sa anche la Lombardi.

Lettera43

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.