fosso suffragioNARNI – Fitta vegetazione, detriti e rifiuti di ogni genere. Questa la situazione del fosso che dal parcheggio del Suffragio arriva al fiume Nera passando per la strada di Santo Pietro e che versa in uno stato disastroso. A lanciare l’allarme sono Federico Novelli e Claudio Ricci consiglieri comunali del Psi che in un’interpellanza, puntato il dito contro il Consorzio Tevere-Nera, invocando l’intervento del Comune.  “Ci troviamo costretti – affermano i due consiglieri di maggioranza – a denunciare un’altra delle tante indecenze di cui si rende protagonista sul nostro territorio il Consorzio Tevere-Nera”.

“Situazione scandalosa” – Con queste parole i rappresentanti del Psi definiscono la vicenda del fosso. “E’ ormai coperto quasi interamente dalla vegetazione che in questi anni di noncuranza è cresciuta a dismisura – denuncia il Psi – il letto del corso d’acqua è pieno di detriti trasportati a valle in occasione delle piogge e in alcuni punti impediscono il defluire delle acque. Per giunta – continuano – è pieno di rifiuti di ogni genere gettati da persone incivili”.

Il Comune intervenga – “Tutto questo comporta gravi rischi, oltre a costituire un pessimo biglietto da visita per coloro che passano per Santo Pietro e vanno al parcheggio del Suffragio”. Il gruppo consiliare di maggioranza non si ferma qui e chiarisce che “il Consorzio, più volte sollecitato anche dall’ amministrazione comunale, ha in questi mesi assicurato un imminente intervento che non è mai arrivato. Pertanto – concludono –  chiediamo all’amministrazione comunale di mettere in campo nei confronti del Consorzio di Bonifica ogni iniziativa utile alla tutela dei propri cittadini e del proprio territorio”.

Cronache24

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.