8633TERNANA (4-2-3-1): Brignoli; Rispoli, Masi, Ferronetti, Fazio; Carcuro (10′ st Ceravolo), Miglietta; Nolè, Maiello (24′ st Viola), Falletti (22′ st Avenatti); Antenucci. Allenatore: Domenico Toscano. A disposizione: Sala, Valjent, Bernardi, Meccariello, Farkas, Paparusso.

SPEZIA (4-4-1-1): Leali; Baldanzeddu, Lisuzzo, Ceccarelli, Magnusson; Rivas (10′ st Borghese), Appelt Pires, Bovo, Migliore; Sammarco (35′ st Moretti); Ebagua (33′ st Henty). Allenatore: Giovanni Stroppa. A disposizione: Valentini, Madonna, Ashong, Curria, Henty, Albaraccin, Orsic.

ARBITRO: Gavillucci di Latina (assistenti Raparelli di Albano Laziale e Colella di Padova)

RETI: 25′ pt Migliore (S), 32′ st Miglietta (T), 42′ Henty (S)

NOTE: Spettatori 6.500 circa. Ammoniti Ceccarelli, Lisuzzo (S), Ferronetti e Miglietta (T). Angoli 6-3 per la Ternana. Recupero 1′ pt e 4′ st

Due tiri in porta e due gol. Lo Spezia si prende così i tre punti al Liberati contro una Ternana sfortunata ma anche molto ingenua. Stroppa vince il confronto con Toscano con il più italiano dei catenacci. La Ternana paga ancora una volta a caro prezzo le disattenzioni difensive e la poca concretezza sotto porta, ma stavolta le occasioni ci sono state eccome.

La Ternana in avvio di partita è brillante come mai si era vista finora. Falletti fa il bello e cattivo tempo sulla sinistra annichilendo Baldanzeddu e sfornando giocate a raffica. Due volte Antenucci si ritrova così davanti a Leali ma nel primo caso sfiora il palo in diagonale e nel secondo viene chiuso da Leali in uscita. Al 25′ lo Spezia scende per la prima volta dalle parti di Brignoli e segna, su un rinvio ciccato da Ferronetti che propizia la zampata di Migliore. Sono almeno quattro le circostanze in cui la difesa ospite libera l’area in seguito a rimpalli nei pressi della linea di porta. Questo la dice lunga sul tipo di serata da incubo della Ternana.

La Ternana prova a spezzare l’incantesimo già in avvio di ripresa. Maiello ha una buona occasione ma spreca malamente, Rispoli potrebbe guadagnare un rigore netto ma resta in piedi e sul cross la difesa libera in corner. Entrano nell’ordine Ceravolo, Avenatti e Viola. Lo Spezia ha ormai deciso da tempo di non giocare. Il pareggio arriva, meritatissimo, al 77′ con una legnata al volo di Miglietta dal limite, pescato dal calcio d’angolo di Nolè. Subito dopo Antenucci spreca il match point, arriva davanti a Leali ma gli spara addosso invece di servire il liberissimo Avenatti. E’ il presagio che è proprio una serata no. Henty, appena subentrato a Ebagua, si ritrova solo al limite con i centrali rossoverdi chissà dove e fulmina Brignoli.

La Ternana ci prova nel forcing finale, ma a parte qualche mischia dalle parti di Leali non c’è molto da segnalare. Quattro minuti di recupero non servono e la Ternana incassa il secondo ko consecutivo tra le mura amiche. Due occasioni due gol, si diceva. Due errori della difesa pagati a caro prezzo, a fronte di una prestazione una volta tanto gagliarda e ricca di occasioni create ma non sfruttate.

Sporterni

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.