perugia-piazzaApprovata dalla giunta di PERUGIA, su proposta del vice sindaco Urbano Barelli, la delibera sulla programmazione triennale 2017-2019 del fabbisogno di personale. E’ stato individuato un fabbisogno annuale di 21 profili per il 2017, riguardante nello specifico 5 istruttori amministrativi contabili (C1), 3 geometri (C1) di cui uno mediante trasferimento da altra amministrazione, 7 agenti di polizia municipale(C1), un istruttore della comunicazione (C1), 3 assistenti sociali (D1), un istruttore direttivo socio educativo assistenziale (educatore professionale – D1), un coordinatore pedagogico (D1). Sono previste, poi, 17 figure per il 2018, di cui cinque esecutori tecnici (B1), un pubblicista (C1), quattro collaboratori professionali tecnici (B3), tre istruttori amministrativi contabili (C1), un agente di polizia municipale(C1), un assistente sociale (D1), un coordinatore pedagogico (D1), un giornalista (D3). Infine, per il 2019 il fabbisogno è quantificato in 11 unità, di cui quattro esecutori tecnici (B1), tre collaboratori professionali tecnici (B3), un istruttore amministrativo contabile (C1), due agenti di polizia municipale (C1) e un assistente sociale (D1).
“Tuttavia, poiché la capacità assunzionale dell’Ente allo stato attuale è soggetta ai vincoli stabiliti per garantire il riassorbimento del personale provinciale, si è deciso che, in assenza dello sblocco, l’Ente procederà in via prioritaria ad un numero inferiore di assunzioni, scorporando dalla capacità assunzionale le quote non utilizzate per assunzioni negli anni 2015/16 (riservate al riassorbimento del suddetto personale provinciale). Pertanto in via prioritaria si procederà ad assumere n. 13 unità nel 2017 (tre istruttori amministrativi contabili, un geometra, cinque agenti di polizia, due assistenti sociali, un educatore, un coordinatore pedagogico), n. 6 unità per il 2018 (un istruttore contabile, un pubblicista, un agente di polizia municipale, un assistente sociale, un coordinatore pedagogico e un giornalista), mentre per il 2019 il numero resta invariato ad 11 unità”, si legge in una nota dell’ente.
Il provvedimento della Giunta dà atto, infine, che il Comune di Perugia ha rispettato il pareggio di bilancio per l’anno 2016 e che la spesa per il personale è inferiore a quella riferita al triennio 2011-2013 come richiesto dalla legge.
Intanto, ieri mattina la Giunta ha anche autorizzato la delegazione trattante di parte pubblica a sottoscrivere il contratto decentrato integrativo per il personale non dirigente, che sarà firmato lunedì prossimo, 28 novembre, arrivando finalmente – dopo una trattativa lunga e complessa avviata ad aprile 2015 – alla formalizzazione di un accordo con la Rsu che si attendeva da molto tempo.

Corriere dell’ Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.