fontana danzanteTERNI Le Amministrazioni delle realtà virtuali (e dei bilanci… vedi Comune di Terni) hanno colpito ancora! Invece di risolvere i problemi concreti sparano effetti speciali…
Non solo il danno, ovvero l’essere stati definitivamente privati, a causa del pesante degrado e menefreghismo, del simbolo di questa nostra città ma anche la beffa di vederla sostituita da una itinerante fontana danzante che approderà in occasione della II edizione del Water festival.
Così in piazza Tacito tornerà a funzionare per una sola sera una fontana ma sarà quella (per altro neanche una novità! lo scorso anno era a Spoleto) che gira per le città italiane proponendo un comunque piacevole spettacolo di effetto con giochi d’acqua che si muovono a ritmo di musica.
Una scelta amministrativa a dir poco insensibile e paradossale (sa di presa in giro!) quella di portare proprio a piazza Tacito accanto alla ormai spenta e distrutta fontana di Ridolfi uno spettacolo viaggiante di acqua a ritmo di musica.
Quando ho letto, nel programma delle iniziative del Festival, di questo spettacolo non ho creduto ai miei occhi… ma quale insensibile amministratore ha potuto soltanto pensare di programmare una cosa del genere proprio in quella Piazza….senza provare per un attimo un po di imbarazzo o vergogna… fontane che si muoveranno a ritmo di musica proprio accanto ad una triste fontana ormai rimasta solo scheletro e spenta da troppo tempo, per una gestione amministrativa incapace di programmare ed effettuare le necessarie e salvifiche manutenzioni.
Una paradossale, anacronistica, insensata ed anche ridicola scelta che sa di smacco ed offesa e contribuisce ad umiliare ancor di più quel luogo.
Sarebbe stata cosa più gradita alla città se la Provincia avesse speso quei soldi,necessari a portare per una sera le fontane danzanti, per partecipare al recupero del monumento; mettendoli nel necessario calderone utile a rimettere in funzione l’ unica vera e storica fontana della nostra città.
I ternani non chiedono strabilianti fontane ma semplicemente che l’unica storica torni al più presto in funzione e non importa che la sua acqua danzi a ritmo di musica.
Quei soldi (da una rapida ricerca di informazioni questo tipo di spettacolo costa attorno ai €10mila) potevano essere destinati alla vera ed unica fontana della città. Perché quando si dice fontana a Terni si intende ancora quella di Piazza Tacito.

Michele Rossi

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.