Biglietto Inviti_Trasformazioni1_Ingresso LiberoVenerdì 10 maggio alle 17.00 si terrà l’inaugurazione della sede UIL UNSA, il sindacato UIL per gli Autori e gli Artisti di ogni espressione, a Terni in via Pacinotti, 34.

 

La UIL UNSA occupa la sede dove in precedenza si trovava il CAF della UIL trasformato da Centro per l’Assistenza Fiscale a luogo di Cultura, Arte e Formazione. Il nuovo CAF funzionerà da centro di aggregazione delle istanze autoriali e artistiche di tutta l’Umbria, cosa fortemente voluta dal segretario Sara Costanzi.

 

Il CAF è rimasto chiuso per diverso tempo e ora, pur conservando lo stesso acronimo, si presenta in veste del tutto nuova ospitando nei propri spazi una mostra d’arte collettiva con opere – dipinti, fotografie, sculture e installazioni – di 37 artisti umbri reclutati attraverso un bando.

 

I nomi degli artisti:

 

Alessandro Agostini-Terni

Augusto Attili-Amelia

Martha Baggetta-Terni

Lorita Baldinini-Terni

Davide Barbanera-Città di Castello

Fausto Borioli-Amelia

Cosimo Brunetti-Spoleto

Francesco Capocci-Daniele Aureli-Terni

Maurizio Catanzani-Terni

Amedeo Cavani-Terni

Anna Maria Civico-Terni

Loredana Cocchi-Terni

Laris Conti-Terni

Bruna Cordiani-Terni

Giuseppina De Vincenzi-Terni

Giulio Cesare Gabolini-Narni

Roberta Faina-Terni

Alessio Fieri-Terni

Stefania Grazioli-Massa Martana

Kamila Kerimova-Terni

Lavinia Lazzari-Terni

Anna Rita Longaroni-Orvieto

Melissa Marchetti-Narni

Leonardo Martellucci-Terni

Bruno Minelli-Terni

Valentina Gaia Pacheco-Terni

Marta Pellegrino-Perugia

Daniele Petrucci-Terni

Silvia Piconi-Terni

Moira Pucci-Terni

Daniele Rubbini-Foligno

Lorella Sabbatini-Terni

Elisabetta Zampino-Terni

Francesca Zampino-Stroncone

Michele Zampino-Terni

Cristina Zara-Narni

Un commento su “Inaugurazione sede UIL UNSA Unione Nazionale Scrittori e Artisti “Dai moduli fiscali a spazio espositivo”

  1. 2500 €!? E io che cosa dovrei dire con 700 € al mese? Dopo aver lavorato per quarant’anni? che ben venga la lira senza nessuna preoccupazione. L’Inghilterra si è tirata le carte al petto, la Germania fa i suoi interessi … e noi italiani … parliamo inglese e strisciamo la lingua per terra. Io parlo la mia lingua, chi mi vuole intendere m’intenda, e chi no, che vada a quel paese.

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.