La procura di TERNI ha chiesto la sostituzione degli arresti domiciliari applicati lo scorso 21 dicembre all’assessore comunale Vittorio Piacenti D’Ubaldi, al commercialista riminese Roberto Camporesi e all’ex amministratore unico di TerniReti Vincenzo Montalbano Caracci nell’ambito della seconda tranche dell’indagine Spada, quella sulle cosiddette consulenze d’oro. Per Piacenti D’Ubaldi e Camporesi è stata proposta la misura del divieto di dimora a Terni, la sospensione dai pubblici uffici per il primo e dall’esercizio dell’attività di commercialista per il secondo.

Corriere dell’Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.