jpmorganNEW YORK – Non c’è pace per JPMorgan e per le grandi banche degli Stati Uniti. La banca guidata da Jamie Dimon finisce nel mirino dell’Fbi per presunte violazioni di norme penali, mentre il Dipartimento di giustizia americano indaga su una presunta manipolazione del mercato del’energia ed su JPMorgan ha aperto sei inchieste.

Le indiscrezioni sulle indagini arrivano nel giorno della maxi-multa da 1,3 miliardi di sterline comminata a 13 banche inglesi dalle autorità britanniche per risarcire i clienti a cui avevano venduto polizze assicurative contro il furto di identità sulle carte di credito. Le indiscrezioni sembrano confermare inoltre le parole del ministro della Giustizia americano, Eric Holder, che ha avvertito su una nuova ondata di indagini e azioni legali contro i big della finanza a breve.

Holder ha dichiarato al Wall Street Journal: “Il mio messaggio è chiaro: chi ha inflitto danni al sistema finanziario non deve credere di essere fuori dai guai solo perché è passato del tempo” da quando è scoppiata la crisi. E il caso JPMorgan dimostra come le autorità americane non abbiano mollato la presa e siano intenzionate a fare chiarezza e punire i responsabili della crisi.

Le azioni legali e le indagini sulla banca americana, fino a poco tempo fa ritenuta la preferita di Washington, si sono talmente intensificate negli ultimi mesi da spingere qualcuno a pensare che l’amministrazione voglia costringere l’istituto a ‘ridimensionarsi’, insomma – secondo alcuni analisti – si tratterebbe di un tentativo per mettere fine al ‘too big too fail’ di JPMorgan, impartendo allo stesso tempo una lezione a tutto il sistema.

Per difendersi dalle accuse più recenti, ovvero da quelle di aver assunto figli di esponenti pubblici cinesi, JPMorgan ha assunto un maxi studio legale americano per condurre un’indagine interna e accertare la vera entità del problema.

BlitzQuotidiano

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.