volante-polizia23TERNI La 3° Sezione Antirapina della Squadra Mobile di Terni lo aveva arrestato, dopo una breve indagine, nel mese di novembre perché avrebbe rapinato un ragazzo in attesa della navetta all’uscita di una discoteca appena fuori città.
Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale per i Minorenni di Perugia, la dr.ssa Giuseppina Arcella, aveva ritenuto il giovane straniero colpevole e, tenuto conto delle “modalità della condotta agita con preordinazione dimostrata dal porto dell’arma e dalla freddezza posta in essere”, aveva disposto nel mese di dicembre la misura cautelare della permanenza in casa. Nei controlli effettuati negli ultimi giorni, però, gli agenti della 2° Sezione della Squadra Mobile non lo avrebbero mai trovato, pur avendo degli orari in cui gli era permesso di uscire, a casa della nonna, dove appunto stava scontando la misura. Mercoledì scorso, su ordine del GUP del Tribunale per i Minorenni dell’Umbria, la dr.ssa Giovanna Todaro, la 2° Sezione della Squadra Mobile, avendolo finalmente trovato in casa, ha dato esecuzione alla misura cautelare del collocamento in comunità.

TerniMagazine

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.