ex ferrovia spoleto norciaPERUGIA La Spoleto-Norcia in  mountain bike non si farà. Delusi gli appassionati di bici (se ne prevedevano oltre 200) che, su decisione dell’impresa che ha in appalto i lavori di messa in sicurezza dell’area, dovranno rinunciare alla “scampagnata” del 15 settembre lungo l’ex ferrovia. La decisione è arrivata ieri, mercoledì 28 agosto, durante l’incontro, svoltosi nel municipio di Vallo di Nera, tra i cinque sindaci dei Comuni interessati dal tracciato, i rappresentanti di Umbria Mobilità e dell’impresa appaltatrice e gli organizzatori della manifestazione.
La fine dei lavori e la riconsegna del cantiere ad Umbria Mobilità, previsti  nel luglio 2013 nel cronogramma messo a punto congiuntamente dallo stesso gruppo di lavoro, ieri riunito a Vallo, avrebbe permesso di effettuare i collaudi tecnici necessari al regolare svolgimento della manifestazione. Purtroppo invece eventi franosi, generati da particolari condizioni atmosferiche accadute nella scorsa primavera, hanno causato un ritardo, non  imputabile – si legge in una nota del comune di Spoleto – alla ditta che ha in consegna l’infrastruttura”. , che però determina il permanere dello stato di cantiere e il conseguente divieto di accesso a personale non autorizzato.

Tempi lunghi La rappresentante di Umbria Mobilità, consigliere Stefania Nichinonni, su invito dei sindaci presenti alla riunione, ha dichiarato che si farà portavoce presso il CdA affinché si cerchino soluzioni che accelerino i tempi (per esempio attraverso l’immediata riconsegna parziale dei tratti ormai completati e messi in sicurezza, per i quali nella stessa relazione sopra richiamata, si dichiara che sono già pronti i documenti per la riconsegna stessa) e che soddisfino, almeno parzialmente, le esigenze di pagamento dei professionisti coinvolti, pur nella consapevolezza del disastroso quadro economico-finanziario che l’azienda Umbria Mobilità è costretta a fronteggiare. I sindaci hanno anche concluso che dei tempi e del destino di questa importante infrastruttura, si debba discutere  in uno specifico incontro con i rappresentanti della Regione.

Corriere dell’ Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.