PERUGIA – L’Asl Umbria 1 sta svolgendo indagini e accertamenti sui dipendenti dell’ex centrale di Pietrafitta morti negli ultimi decenni di attività dell’impianto. L’azienda sanitaria locale sta concludendo lo studio epidemiologico sui lavoratori del sito in Valnestore. La notizia è confermata dall’Asl 1 stessa. E’ in corso un accertamento ulteriore rispetto a una prima acquisizione di documentazione relativa ad almeno 106 ex dipendenti deceduti negli anni su cui è stato depositato un esposto dallo studio legale di Valter Biscotti.
La consulenza è stata disposta dalla procura della Repubblica di Perugia nell’ambito dell’inchiesta sull’interramento di ceneri e rifiuti.
Nel frattempo, i comitati di cittadini della Valnestore criticano senza mezzi termini le bonifiche dell’area, che l’Enel ha iniziato da qualche settimana. Il timore è che si tratti di un’operazione tutt’altro che radicale, ma finalizzata ad altre strategie legate al riutilizzo dell’area dell’ex centrale.

Servizio completo sul Corriere dell’Umbria del 24 aprile 2018

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.