assunzioni-300x175ROMA – La ripresa economica spinge la ricerca di nuove assunzioni e, dopo 7 anni di crisi  nera, il 2015 si segnala come l’anno della svolta, dell’inversione significativa di tendenza. Dai dati delle agenzie interinali e delle multinazionali che si occupano di recruitment si può capire (ne dà conto Fabio Savelli sul Corriere della Sera) quali siano i settori trainanti, quali le figure più richieste. Da informatica, energia, servizi vari di manutenzione, ristorazione, moda e lusso i segnali più positivi per assunzioni che spesso per il 40% sono chiamate a tempo indeterminato.

Information technology. Tra i settori protagonisti dell’aumento degli occupati certificato dall’Istat ad aprile. Molto ricercati i programmatori Java, i sistemisti Sap, gli architetti dei software in ambito mobile, cioè le applicazioni deputate agli acquisti su smartphone. Diploma o laurea in ambito informatico sono però il prerequisito necessario.

Ristorazione, grande distribuzione e servizio alla clientela. Per effetto dell’Expo e della stagionalità estiva alle porte aumenta il numero di addetti nel terziario. Buona prevalenza di manodopera immigrata, meno contratti stabiliti in virtù di una maggiore flessibilità della domanda di lavoro.

Alimentare, moda e lusso trainano l’occupazione. Si giovano delle dimensioni internazionali e della vocazione all’export dei principali marchi. Necessarie le competenze linguistiche ed esperienze pregresse all’estero. Qui la componente di contratti a tempo indeterminato è più alta che in altri settori.

Blitz

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.