muraTERNI- Purtroppo i monumenti di Terni sono abbandonati a se stessi, le prove sono sotto gli occhi di tutti i cittadini, una condizione che non fa piacere agli abitanti che vi vivono, tantomeno onorerebbe gli amministratori cittadini. Una situazione di criticità è evidente nelle mura di via Giannelli, strada che conduce ai giardini della Passeggiata, dove i segni del degrado e dell’incuria si manifestano sui torrioni delle mura. La cinta muraria che chiudeva la città dal lato nord-occidentale, il cui tratto più consistente fa da struttura portante dei giardini stessi, è di origine romana, fu sopraelevata e ampliata a metà del ‘300, la parte più antica presenta massi squadrati, i cd torrioni, su alcuni di questi si potevano osservare i marchi delle scuole di scalpellini che la edificarono. Un cittadino ci ha segnalato di aver contattato sia l’amministrazione comunale che l’Asm, questo preposto per la raccolta dei rifiuti, per la situazione di degrado e di sporcizia in cui verserebbe i resti di torrione di epoca romana inserito nelle mura. Questi si sarebbe sentito rispondere dall’Asm che non sarebbe loro competenza e di rivolgere le lamentele al Comune, ma ormai sono trascorsi, inutilmente, ben 5 mesi da quando segnalò la problematica di degrado agli uffici comunali. Cosa possiamo rispondere a questi cittadini attenti alle bellezze archeologiche della nostra povera città? Sono forse vittime della poca attenzione degli amministratori cittadini che userebbero la burocrazia per rimpallarsi le responsabilità senza costruire niente anzi facendo deperire i pochi resti rimasti? Considerando che il costo del servizio di igiene ambientale sarebbe negli ultimi anni salito vorticosamente di quasi 40 volte arrivando a toccare punte di oltre 20 milioni di euro contro il miliardo e mezzo di quindici anni fa, e poi si dice che i soldi non ci sono più. Occorrerebbe prestare molta più attenzione alla cura e manutenzione stradale, dei monumenti, dei resti archeologici e al tanto decantato decoro urbano che espimono anche la civiltà di una città e delle persone che vi vivono e lavorano.

TerniMagazine

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.