“Spezzare definitivamente i flussi di denaro e di clientes che legano la vecchia politica al mondo di alcune grandi cooperative, fare piena luce su queste gravissime anomalie che perdurano ininterrottamente da almeno 20 anni”.
“In Umbria è venuta l’ora di spezzare definitivamente i flussi di denaro e di clientes che legano la vecchia politica al mondo di alcune grandi cooperative, peraltro prive di qualsiasi residuo spirito mutualistico.”

“E’ fatto incontrovertibile la presenza di un ampio ‘sistema’ che ammorba la democrazia e sovverte le regole, a partire da quelle dell’economia regionale, demolendo la libera concorrenza con l’assegnazione di grandi appalti, sempre agli stessi soggetti, addirittura pure privi di adeguata capacità imprenditoriale. Tutto questo senza dimenticare innumerevoli e ingiustificabili affidamenti diretti ultradecennali altrettanto lucrosi, rilevati nelle vicende-pilota di Terni, più volte denunciate dal M5S di Palazzo Spada”.

“E’ urgente  eliminare questi fenomeni, recidendo un cordone ombelicale che ha infettato la società, costruendo un modello di consenso fondato non certo sulla libertà e sul rispetto delle regole. Modello di consenso che vede, da tempo, una massa sterminata di giovani e meno giovani col cappello in mano presso politici e loro sodali per pietire un posto di lavoro non solo precarissimo, ma spesso anche malpagato, nonostante i denari da capogiro versati dagli enti pubblici a queste imprese.
Le imprese vere sarebbero tutt’altra cosa: a queste va tutta la nostra fattiva e pugnace solidarietà”.

“Il M5S continuerà a fare la propria parte a ogni livello, chiedendo parimenti di fare piena luce su queste gravissime anomalie che perdurano ininterrottamente da almeno 20 anni. Proseguiremo con denunce e proposte volte a ripristinare al più presto libertà economiche scientemente violate, tutelando doverosamente il destino dei lavoratori con l’adozione necessaria delle relative clausole di salvaguardia, tornando a procedure corrette e oneste.

E soprattutto allontanando tutti gli eletti coinvolti, così come i vecchi e i nuovi caporali, volgari pupari da strapaese”.

Andrea Liberati

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.