pedofilia (1)ROMA – Chi sono i pedofili, gli orchi che commettono abusi sessuali sui minori? Solo in un caso su 5 si tratta di sconosciuti. In quattro casi su 5, invece, si tratta di genitori, zii, nonni, amici di famiglia, conoscenti, vicini di casa, insegnanti, bidelli, religiosi.

Lo dice lo studio “Abuso sessuale su minori. Scenari, dinamiche, testimonianze” della ricercatrice Giuliana Olzai, pubblicato per Antigone. Caterina Pasolini, per Repubblica, ha intervistato la Olzai:

Chi sono gli orchi?
«Studiando quasi trecento processi viene fuori che nel 14,3% dei casi è il genitore ad abusare dei figli, nel 14,7% zii o nonni, nel 19,7% un amico di famiglia di quelli con cui si passano le vacanze e a cui si affidano i piccoli. Nel 9,3% è un conoscente e nel 10,5% un vicino di casa

[…] Tutta gente che vive accanto alla vittima e che lì tornerà rendendogli la vita un incubo, tanto che poi, in assenza di leggi adeguate, sono gli abusati a dover cambiare casa per ricominciare a vivere.

Fuori dalla cerchia di amici e parenti, a molestare i bambini sono nel 10,1% dei casi insegnanti, bidelli e religiosi e nel 20% sconosciuti».

Insomma “l’uomo nero”, quello che viene evocato per fare paura ai bambini, è in netta minoranza. Nella stragrande maggioranza dei casi di pedofilia, “l’uomo nero” ha i contorni ben definiti di una figura familiare.

BlitzQuotidiano

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.