maltempo-seveso-milano-11MILANO – Il fiume Seveso è esondato nella notte tra 7 e 8 luglio a causa delle forti piogge portate dall’ondata di maltempo che si abbatte sul nord Italia. Disagi anche a Padova, dove la sera del 7 luglio una bomba d’acqua ha causato allagamenti e fatto cadere alberi, mentre a Reggio Emilia una violenta grandinata ha investito la città. Allagamenti e danni anche a Pavia, con la perturbazione che interessa tutto il nord e che solo da giovedì raggiungerà anche il centro e il sud.

Maltempo Milano, in 2mila senza energia elettrica.

Sono poco più di 2.000 al momento le utenze senza energia elettrica a Milano a causa degli allagamenti in corso dalla notte. E’ quanto si apprende dall’ A2a. L’ex municipalizzata spiega di aver tutte le squadre disponibili in azione per svuotare non appena possibile le cabine elettriche dall’acqua con le idrovore, con l’ausilio anche dei tecnici dell’Amsa (l’azienda di raccolta e smaltimento dei rifiuti a Milano), per ripristinare il servizio.

I principali disagi riguardano le vie Ca’ Granda e vie limitrofe, viale Suzzani, viale Zara, piazza Padre Giuliani e largo Vulci. Qualche problema si registra anche in viale Marche e viale Sarca.

Tra le zone più coinvolte dagli allagamenti, in particolare, all’A2a non risulta ci siano problemi alle erogazioni al Niguarda, uno dei più grandi ospedali milanesi.

Maltempo, fulmine cade a Roma: interrotta ferrovia Roma-Viterbo.

A causa di un fulmine che ha colpito la rete aerea, il servizio extraurbano della ferrovia Roma-Viterbo è sospeso tra Civitacastellana e Montebello. Lungo lo stesso tratto, Atac e Cotral hanno messo in strada bus aggiuntivi a disposizione dei passeggeri. Lo comunica l’Agenzia per la mobilità.

Maltempo La Spezia. Barca affonda, salvati 2 naufraghi.

Hanno abbandonato la barca che stava affondando e, a nuoto sotto la tempesta, hanno raggiunto gli scogli della diga foranea, dove sono stati tratti in salvo da vigili del fuoco e capitaneria di porto. E’ accaduto la notte tra 7 e 8 luglio alla Spezia, nei pressi del varco di levante della diga foranea: protagonisti, due uomini, ricoverati all’ospedale spezzino con un principio di ipotermia. L’episodio è avvenuto poco dopo la mezzanotte.

La coppia ha abbandonato la barca, un natante di 16 metri partito da Napoli e diretto alla Spezia, ma all’ingresso nel golfo aveva cominciato a imbarcare acqua. I due hanno fatto in tempo a lanciare l’allarme, prima di indossare il giubbotto di salvataggio e tuffarsi in mare per raggiungere gli scogli della diga. Sono stati trovati e tratti in salvo dai sommozzatori dei vigili del fuoco, e poi trasportati sulla terra ferma dalla capitaneria di porto.

Maltempo Milano, bus e tram bloccati.

Autobus e tram con percorsi deviati, traffico paralizzato: l’esondazione del Seveso, avvenuta questa notte e non ancora terminata, sta mandando in tilt la circolazione in varie zone di Milano. Bloccato il traffico anche in ingresso in città su viale Monteceneri e sul cavalcavia Bacula. Si resta in coda anche su viale Jenner e via Lancetti, sulle circonvallazioni in direzione centro.

Sul suo sito e su twitter, Atm informa in tempo reale gli utenti delle modifiche di percorso delle linee di superficie e dell’agibilità delle varie stazioni della metropolitana.

Maltempo Milano, esonda Seveso.

Si tratta per il Seveso della seconda esondazione in appena 15 giorni, con l’acqua che stavolta è arrivata fino alla zona di Porta Nuova e il quartiere Isola. Un allagamento che, secondo gli abitanti del quartiere, non era così serio dal 2004. Disagi anche a Padova, dove la sera del 7 luglio una bomba d’acqua ha causato allagamenti e fatto cadere alberi.

Il fiume è esondato intorno alle 2.50 della notte in zona Niguarda, ma continua a fuoriuscire, causandodisagi alla viabilità e blackout. La Protezione civile regionale, i Vigili del fuoco e urbani stanno chiudendo al traffico le vie più colpite e sono al lavoro con le pompe idrovore, ma l’ operazione è difficoltosa sia per la mancanza di corrente sia per la grande quantità di acqua per le abbondanti piogge che, nella notte, si sono riversate sulla città.

Nella zone più colpite dall’esondazione il traffico è ovviamente molto rallentato: i veicoli procedono a passo d’uomo con lunghe code ai semafori già dalle 7 della mattina dell’8 luglio. I pedoni più avveduti si sono attrezzati con gli stivali da pioggia, ma per molti trovare l’acqua in strada questa mattina è stata una sorpresa cui non erano preparati, tanto da uscire in sandali come di consueto in un giorno di luglio.

Molto vasta rispetto alle esondazioni del Seveso avvenute in precedenza, l’area colpita: se il punto di origine rimane la zona Niguarda, questa volta l’acqua si è allargata fino a viale Suzzani, via Ca’ Granda, viale Sarca, viale Fulvio Testi, invadendo viale Zara, piazza Sondrio, e invadendo il quartiere Isola, dove in particolare sono sott’acqua via Jacopo dal Verme, piazza Segrino, via Lario, piazza Lagosta fino a via Pola, dove l’esondazione si ferma.

BlitzQuotidiano

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.