miss_italia_mediasetChissà che dietro la mossa non ci sia direttamente il Cavaliere, al quale piacciono le belle donne ma non i comunisti e nemmeno le comuniste. Laura Boldrini compresa. Il settimanale Chi del gruppo Mondadori rivela che Mediaset potrebbe “spernacchiare” la presidente talebana della Camera, che pochi giorni fa aveva inveito contro il concorso di Miss Italia felicitandosi per la sua non messa in onda sulle reti Rai: l’edizione 2013 dello storico concorso di bellezza non verrà trasmessa.

Indiscrezione – Il settimanale diretto da Alfonso Signorini rivela di “fitti colloqui nelle ultime settimane tra Patrizia Mirigliani e i responsabili di Mediaset. L’intento da entrambe le parti sarebbe quello di non far morire il programma Miss Italia (che è sempre stato trasmesso da Raiuno in prima serata, ndr), mantenendo invariato il format con cinque prime serate, finalissima compresa, e cercando nel frattempo un forte sponsor, che possa garantire i ricavi necessari per coprire le spese di una delle kermesse più antiche d’Italia”.

Talebani – Un duro colpo per il “fronte anti-gnocca” che schiera, oltre alla Boldrini, anche alcune deputate del Pd autrici di una proposta di legge per togliere le belle donne dai poster pubblicitari. Ma già li sentiamo, i talebani alla Boldrini o i moralisti alla Travaglio, che strillano per “l’ennesima esibizione di donne nude o poco vestite o zitte” sulle reti del Biscione.

art su liberoquotidiano

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.