Il mercato europeo dell’auto chiude in calo a settembre: le immatricolazioni nell’Europa dei 28 più Efta sono state 1.466.336, il 2% in meno dello stesso mese dell’anno scorso. Era da un anno che il mercato non presentava un segno negativo (-0,3% a ottobre 2016). Le immatricolazioni del gruppo Fca sono state in calo dell’1%. Segno positivo e superiore al mercato per Alfa Romeo (+15,9%) e Jeep (+3,6%).

Le flessioni maggiori si sono avute in Gran Bretagna -9,3% e in Germania -3,3%. Cali che tuttavia, spiega Acea, sono stati parzialmente controbilanciati dalle solide performance del mercato italiano e spagnolo che hanno registrato rispettivamente un +8,1% e un +4,6%. Nei nove mesi il mercato resta positivo con 11,7 milioni di auto vendute con un inceremento del 3,7%.

Il gruppo Fca ottiene invece risultati positivi in quasi tutti i principali Paesi: in Italia chiude con un +5% a settembre e un +9,1% nell’anno; in Germania nei primi 9 mesi aumenta le vendite dell’11,7% in un mercato che sale del 2,2%. Forti crescite anche in Francia e Spagna, rispettivamente del 9 e del 30,7% a settembre e del 12,1% e del 15,4% nell’anno, con valori superiori alla media dei 2 mercati.

Ancora una volta 500 e Panda dominano le vendite del segmento A: insieme detengono nell’anno una quota vicina al 30%. Sempre nei 9 mesi, prima nel suo segmento la 500L con quasi il 24% di quota. La 500X continua a essere tra le cinque vetture più vendute del suo segmento mentre Lancia Ypsilon si conferma leader del segmento B in Italia. L’ottimo risultato di Alfa Romeo – spiega Fca – è stato raggiunto grazie a Stelvio e Giulia: quest’ultimo modello chiude settembre con un +16,8% delle vendite.

TGCom24

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.