federica-iammatteo-morta-tatuaggio--300x209MILANO “Non si può morire così, voglio sapere la verità”. Il padre di Federica, la 23enne milanese morta per uno shock settico due giorni dopo un tatuaggio, non trova pace, è disperato. Giovedì Federica si era fatta fare un disegno sulla pelle, sabato mattina è morta al Policlinico. In un sms ad un’amica aveva scritto di non sentirsi bene, poco prima di morire: “Non mi sento gambe e mani”. Poi la tragedia. La magistratura ha già aperto un’inchiesta: sequestrate le cartelle cliniche dell’ospedale e sopratutto ha già eseguito il sopralluogo nel centro tattoo di Milano. L’ipotesi di reato è quella di omicidio. Federica subito dopo il tatuaggio, ha avuto dei sintomi fortissimi: febbre altissima, sangue dalla bocca, torpore alle mani e ai piedi come lei stessa aveva scritto all’amica del cuore. Inutile la corsa in ospedale. Ora i suoi genitori, disperati, chiedono giustizia.

TGCom24

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.