L’Italia, nell’arco dell’intero 2016, è risultata in deflazione. Non succedeva da oltre mezzo secolo, dal 1959. Lo rileva l’Istat, secondo cui lo scorso anno i prezzi al consumo hanno registrato una variazione negativa dello 0,1% come media annua. “Nel 1959 la flessione fu pari a -0,4%”, rileva l’istituto di statistica. Ad affossare l’indice generale è soprattutto la componente energetica. Le maggiori flessioni sono registrate infatti dai prezzi di abitazione, acqua, elettricità e combustibili (-1,7%, in accentuazione da -0,8% del precedente anno) e da quelli dei trasporti (-1,4%, in attenuazione da -2,7% del 2015).

TGCom24 – Infografica: AnsaCentimetri

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.