asina_trovata_mortaMONTALTO DI CASTRO (VT) Una morte cruenta, i boia l’hanno legata con il filo di ferro, incappucciata e lasciata sul ciglio della strada. È la tragica fine di un’asina trovata alle 22 di ieri da un agente dell’Istituto di Vigililanza Privata in località le Murelle, a pochi metri dalla strada statale Aurelia. L’animale è stato rinvenuto con le zampe legate e la testa avvolta da una busta di nylon. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del radiomobile di Tuscania che hanno chiamato il veterinario della Asl di Tarquinia, Vincenzo Presciutti. “Morte per soffocamento”, secondo il medico, che ha rilevato con lo strumento la presenza del microchip. “Non ho mai visto fare una cosa simile verso un animale – ha detto Presciutti – Nessun segno d’arma da fuoco, l’asina aveva solo 15 mesi d’età ed è morta per soffocamento”. Sono diverse le ipotesi del macabro gesto, quella più accreditata è un avvertimento verso qualcuno, oppure l’animale è stato rubato e durante il trasporto è caduto dal mezzo e solo successivamente è stato incaprettato. Questa mattina è stato rintracciato il padrone a Canino, che ha presentato formale denuncia presso la stazione carabinieri.

TusciaMedia

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.