locandina_OUT_webA cavallo tra un lago balneabile e la cascata più alta d’Europa, dal 3 al 7
Luglio 2013 prende vita l’OUTecoFEST, il primo ecofestival realizzato in
Umbria dall’Associazione Effetto. L’eco-festa vuole essere una “festa di terza
generazione”, che mette in relazione la voglia di stare insieme, divertirsi e
godersi musica e natura con la promozione di un certo modello di grande
evento, denso di contenuti, cosciente e sostenibile, che vada a valorizzare le
risorse del territorio e le tradizioni locali, dal dialetto alla cultura
enogastronomica.
Per tutta la durata del festival, ogni giorno, tantissime le attività a cui si può
accedere.
Ogni mattina un buongiorno speciale, con i concerti acustici tra gli alberi
del boschetto, tra cui un’arpa da orchestra a pochi metri dalla cascata.
Mattine e risvegli all’insegna del relax, tra ginnastica energetica e yoga,
assaggi di massaggi e sessioni di amaca full-immersion all’Amacarium. A
seguire le attività sportive proposte dalle associazioni presenti sul territorio e i
workshops gratuiti in programma: arti circensi e giocoleria, permacultura e
cosmesi naturale, fino a strumenti musicali eccezionali come il didjeridoo e
l’hang. Nel corso delle giornate, laboratori artistici ed esperimenti collettivi,
come quello della Collettiva Geologika che costruirà in collaborazione col
pubblico una grande opera di “land-art”, tramandando la tecnica della terra
cruda e utilizzando materiali naturali trovati in loco, per un’arte effimera che
tornerà alla terra ai primi temporali.
Nel pomeriggio tanti concerti presso il palco diurno, all’ombra degli
alberi, con bands locali e non, ad esibirsi e a far ballare. All’aperitivo brevi ma
intensi incontri per informarci e dare la nostra solidarietà agli operai delle
Acciaierie di Terni in lotta; a Pietro Perrino direttore della Banca del
Germoplasma e professore dell’Università di Bari, nonché esperto di
biodiversità; a Giuseppe Altieri professore che da sempre combatte aspre
battaglie contro i colossi degli OGM; a collettivi di militanti schierati a difesa
della salute di ognuno, dal comitato ternano NO INCENERITORI al fronte
siciliano dei NO MUOS, passando per progetti come Mercato Brado, Genuino
Clandestino e Salviamo la Valnerina, la valle che ospita il festival minacciata
dal progetto di un impianto a biomassa.
E poi di sera si accende il mainstage e ci sarà tanta tanta tanta musica,
fino a mattina! Dalle marching bands alle orchestre multietniche, dai
complessi jazz-core ai rapper hip-hop, dai gruppi funk ai musicisti balkan
rock, fino a concludere le serate con la migliore elettronica d’Europa. Da
segnalare la serata di sabato che trasformerà il palco in un “pink-stage”, con
una line-up di donne fortissime che suoneranno in consolle, performeranno
sul palco e si occuperanno del video-mapping. La domenica, poi, una
giornata “al contrario” in cui l’elettronica verrà proposta di mattina con il
techno-brunch, esperimento volto a permeare contesti più mainstream con
vizi e lazzi della cultura underground, per poi passare alla musica trash anni
’60-’80 e concludere la serata con concerti bossanova, samba e afro-breat.
Insomma una giornata all’inverso, per chiudere il festival e i suoi bagordi,
salutando il pubblico e incoraggiandolo a ripartire con calma di lunedì più
riposati e liberati dal traffico domenicale del primo weekend di Luglio.
Vi invitiamo tutti a venirci a trovare, a spendere questi cinque giorni
insieme, a divertirvi e giocare, mangiare bene e brindare, esplorare la natura
e ballare accanto alla cascata.

Video Promo:
http://www.youtube.com/watch?v=3EvlG3PlD1I

Per ulteriori informazioni, per le prenotazioni e il programma dettagliato
consultate

www.outecofest.it
http://outecofest.it/ticket.html
https://www.facebook.com/events/193154037503359/?fref=ts

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.