papa_aleASSISI Sarà una giornata intensa quella che vivrà Papa Francesco il 4 ottobre ad Assisi  per la celebrazione della festa del patrono d’Italia. La visita, infatti, inizierà intorno alle 8 del mattino per protrarsi fino al tardo pomeriggio.

Il programma ufficiale è stato presentato nella sala della Spoliazione del Palazzo Vescovile, uno dei luoghi che il Pontefice visiterà e in cui incontrerà i poveri assistiti dalla Caritas. Presenti il vescovo di Assisi Domenico Sorrentino, l’arcivescovo Gualtiero Bassetti in qualità di presidente della Conferenza episcopale umbra, visto che quest’anno sono le chiese umbre a offrire l’olio per la lampada votiva di San Francesco, e il sindaco di Assisi Claudio Ricci.

Poco prima delle 8 il Papa arriverà ad Assisi in elicottero e visiterà l’istituto Serafico dove incontrerà i bambini disabili ospiti della struttura. Confermata la volontà del Santo Padre di incontrare anche i poveri.

Poi Papa Bergoglio si sposterà al santuario di san Damiano in auto e da lì alla basilica di San Francesco per la celebrazione della festa del patrono. Al termine, dopo i saluti istituzionali anche da parte della presidente della Regione Catiuscia Marini e di un esponente del governo, l’ulteriore tappa sarà, a Santa Maria degli Angeli, il Centro di accoglienza dei poveri. Lo stesso vescovo Sorrentino, nell’illustrare il programma, ha sottolineato la volontà del Papa di “stare con gli ultimi”. Questa, dunque, la prospettiva che ispira l’intera visita.

Dopo pranzo, il Papa sarà in visita privata all’Eremo delle carceri per un’ora di meditazione. Poi, nella cattedrale di San Rufino, l’incontro col clero e gli ordini religiosi. Alla basilica di Santa Chiara, visita privata sulla tomba e alle clarisse.

Il Pontefice farà quindi ritorno a Santa Maria degli Angeli per l’incontro con i giovani e una preghiera alla Porziuncola.

Ultima tappa al santuario di Rivotorto, la chiesa che vide il primo insediamento comunitario dei francescani. Alle 19.15 è fissata la partenza per Roma.

In conferenza stampa non sono state fatte previsioni sul numero di pellegrini che parteciperanno all’evento. L’accesso ai luoghi pubblici sarà comunque permesso solo a chi si iscriverà attraverso il sito della diocesi. In proposito, il comitato organizzatore sta lavorando al meglio per accogliere il maggior numero possibile di persone nei luoghi toccati dalla visita del Papa. Previsti servizi di parcheggio a Santa Maria degli Angeli, Bastia Umbra e altre frazioni limitrofe e di navette per agevolare l’accesso lungo il percorso del Santo Padre.

Corriere dell’ Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.