ilserv-ast-operai-terni-300x193TERNI – La situazione si fa incandescente. Tante preoccupazioni che non trovano ancora vie d’uscita. Rimorso per aver deciso tutto, forse, troppo in fretta. La vicenda Ilserv approda in assemblea dei lavoratori. Giovedì si è chiuso il cerchio intorno alle votazioni.“No alla nuova ipotesi di accordo”. I lavoratori respingono ogni singolo punto sancito e siglato dalle organizzazioni sindacali. Ma perchè? In un’intervista,il portavoce dei “no” raccoglie tutti i malcontenti e ci spiega il perchè di questa decisione. La fermezza dell’azienda – in base a quanto già annunciato dalla società Gap Spa che dal 1 ottobre prenderà l’appalto – fa tremare i posti di lavoro.

Per quali motivi la maggior parte di voi ha respinto l’ipotesi di accordo sottoscritta dai sindacati?“Semplicemente perchè l’ipotesi di accordo presentata dai sindacati non ci è sembrata equa. La mole di lavoro – già ne siamo a conoscenza – aumenterà. Il problema vero è che siamo costretti a perdere molti soldi. Si parla di circa 300-400 euro ogni mese. Soldi che vengono meno a noi, alle nostre famiglie”.
Dal momento che Ilserv ha già fatto partire la mobilità (sinonimo di licenziamento collettivo) per 70 dipendenti, pensate di aver fatto la cosa più giusta? “No, non siamo sicuri al 100%. A questa domanda può rispondere solo il corso del tempo. Sappiamo che il rischio che abbiamo corso e corriamo è molto alto. Noi vogliamo solo continuare a lavorare. Basterebbe un minimo sforzo da parte di tutti e massima collaborazione”.

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.