mercatoTERNI L’idea per le due “contendenti” era quella di ridurre l’investimento e rivedere il progetto con il quale Superconti si era aggiudicato il bando da oltre 8mln di € per l’acquisizione dell’area… rinunciando alla prevista demolizione della struttura per la realizzazione del parcheggio interrato di 2 piani. La richiesta del Comune era per il versamento di altre somme oltre il milione corrisposto come acconto, mentre Superconti chiedeva una fideiussione a garanzia nel caso il Consiglio di Stato darà ragione ai 13 operatori dell’ex mercato che si sono opposti al trasloco. Richieste inconciliabili che modificando il progetto senza nuovi bandi, poteva naufragare nell’ennesimo ricorso contro il “Palazzo”! Tutto lascia presupporre che ormai si aspetterà l’esito del ricorso al Tar, con Palazzo Spada a chiedere i 7mln del prezzo dell’area mentre Superconti nella causa civile vorrebbe ottenere il rimborso della somma già versata e i 250mila € di penale sottoscritta per il ritardo nella consegna dello stabile.

TerniPolemica
Francesco Petrelli

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.